news

Di Maria: “Futuro? Ancora non ho nulla in testa, penso prima alla Nazionale”

Angel Di Maria

Il calciatore argentino, che non sarà più un giocatore del PSG, ha parlato della nazionale e del suo futuro intervistato dall'emittente Tyc Sport

redazionejuvenews

Il calciatore argentino AngelDiMaria, ormai ex giocatore del PSG e nel mirino della Juventus, ha parlato del suo momento e del futuro intervistato dai microfoni di Tyc Sports: "È un buon momento per me dopo aver sofferto tanto, ora anche l'Argentina è in un buon momento. Credo che stia andando tutto molto bene, il gruppo è spettacolare e va tutto in maniera incredibile. Gli argentini vogliono sempre vincere in Inghilterra, non pensavamo però che lo stadio sarebbe stato così, la finale è stata incredibile e impensabile. Tanta gente era lì, che vive lì e sogna una vittoria per l'Argentina".

"Sarei rimasto volentieri a Parigi. C'erano questi due anni di contratto che ballavano, già a gennaio avevo comunicato la mia intenzione di restare al Psg. Ci saranno tanti giocatori che lasceranno il Paris, con me è stato facile. Se mi ha fatto male? Un po' sì, ma mi ha dato una notte speciale, per uno straniero a Parigi... l'ho vissuta per me e per la mia famiglia, è difficile ottenere l'affetto dei tifosi del Psg. Tutti cantavano per me, aver fatto tutto questo per me, un murales addirittura, resteranno tutti nel cuore".

"Per il futuro non ho nulla in testa, l'ho detto l'altro giorno. La mia testa è sulla nazionale, sulla finale. Vediamo cosa succede. La mia famiglia deve stare bene, sono passato per grandi club e la mia famiglia è sempre stata con me. Voglio un posto in cui tutti siamo felici, io e loro. Penso alla Nazionale, poi alle vacanze e vedremo. Ora c'è il Mondiale, voglio continuare in Europa. Sono in un buon momento e voglio continuare per ora in Europa. Il ritorno al Rosario? Ci penso. Anche la mia famiglia ci pensa. L'ho sempre detto, ho giocato molto poco al Central, non ho potuto dare il massimo. Tanta gente mi dice che sono un riferimento, ma voglio dimostrarlo. Credo che si chiuderà qualcosa con il mondiale, l'ho detto molte volte. Sarà l'ultimo sicuramente. Perché ho ottenuto ciò che volevo ottenere. Mi manca un passettino, un sogno, che voglio compiere. Ma ci sono tanti giovani forti che cercano un posto e niente, sarebbe molto egoista per me non lasciarglielo".