news

Juve, Agresti: “Di Maria vuole un solo anno, c’è ancora distanza”

Angel Di Maria

L'esperto di mercato della Juve ha fatto il punto della situazione attraverso un tweet. La missione a Londra non ha prodotto passi in avanti.

redazionejuvenews

La dirigenza bianconera sta ponendo le basi per quella che sarà la squadra del prossimo anno, con molti contatti in sede di mercato già presi con alcuni giocatori che potrebbero migliorare la rosa a disposizione di Max Allegri.  Tra questi c'è AngelDiMaria, il cui contratto con il PSG è ufficialmente finito.  Nella sfida tra Italia e Argentina con la sua qualità e le sue accelerazioni ha messo in confusione tutta la difesa della nazionale di Roberto Mancini. Bonucci e Chiellini non sono stati in grado di fermare le avanzate dell'esterno argentino, autore di un gol in pallonetto di pregevole fattura. Se qualcuno insomma dubitava di lui e del suo rendimento, visti i suoi 34 anni, si è dovuto ricredere dopo questa prestazione brillante.

In occasione della Finalissima di Wembley, la dirigenza bianconera era volata a Londra per fare la sua proposta al giocatore. Nessuna chiusura, anzi una fumata grigia, per cui le parti si dovranno incontrare di nuovo. L'esperto di mercato della Juventus Romeo Agresti ha fatto il punto della situazione sul suo account Twitter: "L’incontro di mercoledì tra la Juve e l’entourage di Di Maria non ha proposto grosse novità. L’intenzione del Fideo, ad oggi, è sempre la stessa: un anno di contratto. C’è ancora distanza tra richiesta/offerta. Le parti si aggiorneranno nei prossimi giorni".

Al termine della partita contro gli Azzurri, interrogato sul suo futuro, Di Maria ha detto:Bisogna essere tranquilli, finora penso solo alla Seleccion, c’è la prossima partita di domenica e poi penserò alla famiglia. Il messaggio è chiaro: nessuna fretta di chiudere, c'è tempo. Per la Juve lui resta una delle priorità del mercato, perché è stato individuato come il profilo giusto per valore tecnico ed esperienza: Allegri vuole campioni pronti come lui per riportare la Juve al vertice in Italia e non solo.