RIVIVI IL LIVE / La Juve conquista Viareggio, pirotecnico 3-2 in Finale sul Palermo

RIVIVI IL LIVE / La Juve conquista Viareggio, pirotecnico 3-2 in Finale sul Palermo

La Juventus di Fabio Grosso è riuscita a conquistare la finale della Viareggio Cup dopo la vittoria ai calci di rigore contro lo Spezia

 

VIAREGGIO – La Juventus di Fabio Grosso è riuscita a conquistare la finale della Viareggio Cup dopo la vittoria ai calci di rigore contro lo Spezia. L’ultimo ostacolo è il Palermo di Bosi che ha eliminato l’Inter con un pirotecnico 3-2, una squadra in fiducia che potrebbe mettere in difficoltà la Juve. 4-3-3 per Grosso che punta sul tridente Kastanos, Pozzebon e Vadalà, mentre per Bosi 3-5-2 con La Gumina e Lo faso in attacco.

La Juve di Fabio Grosso parte subito forte e sulla fascia destra cerca di trovare il varco giusto, mentre invece il Palermo di Boi riparte in contropiede cercando sempre La Gumina, punto di riferimento dei rosanero. Strepitosa progressione palla al piede di Cassata che parte da centrocampo e arriva fino al limite dell’area, il suo destro viene ribattuto. Ottimo inizio per i bianconeri, primi 10 minuti di marca juventina. Dopo due minuti di predominio territoriale rosanero, Kastanos porta in vantaggio la Juventus con l’ennesima azione nata sulla fascia destra. Inserimento in area di rigore, finta sul centrale rosanero Tafa e sinistro sul primo palo che sblocca la Finale della Viareggio Cup. Dopo qualche minuto di difficoltà, il Palermo di Bosi cerca di riaffacciarsi nella metà campo bianconera e prova con Santoro, il suo destro dal limite dell’area finisce alto sopra la traversa. Dall’altra parte è Vadalà che cerca di accendersi e spreca un’occasione clamorosa per il raddoppio con l’argentino che sciupa da ottima posizione la possibilità del 2-0 al 26′ minuto. Sul capovolgimento di fronte, il solito La Gumina trova l’ottavo gol nel torneo, sfruttando al meglio una corta respinta di Del Favero dopo il tiro di Costantino da fuori area. Spettacolo assicurato a Viareggio. Il Palermo è vivo e subito dopo cerca il vantaggio con Lo Faso, 30 metri palla al piede e dal limite dell’area ha calciato col sinistro, anche qui Del Favero non è molto sicuro ma la difesa bianconera riesce a spazzare. Grave ingenuità di Giuliano che al 32′ perde un pallone banale sulla sinistra, Macek lo salta e viene steso in area di rigore. Vadalà spiazza Marson e riporta in vantaggio i bianconeri. La Juve ricambia subito il regalo, bella verticalizzazione di Ferchichi per La Gumina, che viene steso in area da Severin, Valeri non ha dubbi e assegna il calcio di rigore. Lo stesso numero 20 rosanero si incarica della trasformazione, incrocia alla destra di Del Favero e trova il gol del 2-2. Al 40′ Valeri fischia la fine del primo tempo, spettacolo assoluto nella prima frazione allo Stadio dei Pini a Viareggio.

Inizia il secondo tempo, cambio per il Palermo, esce Dalia e entra Bonfiglio. Dopo un minuto è stato ammonito Macek. La Juve gioca meglio del Palermo ed è costantemente nella metà campo rosanera. Vantaggio sfiorato dai bianconeri con Morselli, che in area di rigore riesce a tirare ma la palla viene respinta dalla difesa. Risposta del Palermo che sfiora il goal con Bonfiglio che dopo una straordinaria progressione centra lo specchio della porta, Del Favero respinge. Ammonito La Gumina per simulazione in area di rigore bianconera. Sostituzione per la Juventus, esce Morselli entra il numero 14 Toure. Occasione per Lo Faso che al limite dell’area di rigore trova la pronta risposta di Del Favero dopo un tiro incrociato di destro. sostituzione palermo. esce Punzi per il Palermo, al suo posto Toscano. Doppia sostituzione Juve. Escono Macek e Bove, al loro posto Di Massimo e Moudoumbou. Ammonito Cassata per una entrataccia a gamba tesa. Palermo ancora vicino al vantaggio, la Gumina in area di rigore non riesce ad angolare e trova la respinta del portiere bianconero. Palermo scatenato, Bonfiglio sfiora il terzo goal ma ancora Del Favero si fa trovare pronto. Calcio d’angolo Juve, doppia occasione in una mischia in area e due grandi risposte di Marson. Rigore Juve, fallo su Di Massimo. Vantaggio Juventus, Di Massimo prima si procura il rigore e poi spiazza il portiere del Palermo. Sostituzione Palermo, entra il numero 7 Grillo e esce Costantino. Ammonito Bonfiglio per un fallo a centrocampo. Palermo risponde al vantaggio juventino con Giuliano che tira in area di rigore ma la palla viene deviata e finisce in angolo. Tre minuti di recupero, il Palermo è tutto in attacco. Proteste del Palermo per un rigore molto dubbio non concesso da Valeri. Ultima occasione per i rosanero, punizione dalla trequarti e mucchio in area. Blocca Del Favero e l’arbitro fischia la fine. Euforia Juve che si aggiudica il torneo di Viareggio.

JUVENTUS: 1 Del Favero, 4 Coccolo, 5 Severin, 6 Blanco Moreno, 7 Macek, 8 Kastanos, 11 Vadalà, 16 Bove, 18 Morselli, 21 Lirola, 22 Cassata.
A disposizione: 12 Vitali, 30 Consol, 2 Eleuteri, 3 Zappa, 9 Pozzebon, 13 Beruatto, 14 Toure, 15 Moudoumbou, 17 Di Massimo, 19 Dieye, 23 Parodi, 24 Tamba M’Pinda.
Allenatore: Fabio Grosso.

PALERMO: 1 Marson, 2 Punzi (cap.), 3 Maddaloni, 4 Tafa, 6 Giuliano, 10 Lo Faso, 17 Ferchichi, 20 La Gumina, 21 Santoro, 23 Costantino, 24 Dalia.
A disposizione: 12 Di Cara, 22 Di Franco, 5 Toscano, 7 Grillo, 8 Palmisano, 9 Plescia, 11 Bonfiglio, 15 Pane, 16 Gattabria, 18 Tramonte, 19 Maniscalchi, 25 Formisano.
Allenatore: Giovanni Bosi.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy