IL PROTAGONISTA – Morata: “Bayern, lo Stadium sarà un inferno”

IL PROTAGONISTA – Morata: “Bayern, lo Stadium sarà un inferno”

Ai microfoni di Sport Bild ha parlato Alvaro Morata, l’attaccante della Juve è stato intervistato a pochi giorni dalla sfida con il Bayern

Morata

TORINO – Ai microfoni di Sport Bild ha parlato Alvaro Morata, l’attaccante della Juve è stato intervistato a pochi giorni dalla sfida con il Bayern. L’intervista è iniziata parlando dell’amicizia che lega Morata a Xabi Alonso, per poi passare allo scontro contro i baveresi: “Sono contento di incontrare nuovamente Xabi Alonso, quando sono arrivato al Real in prima squadra mi è sempre stato vicino con tanti consigli preziosi. Per quanto riguarda la sfida al Bayern sarà molto dura, per loro sarà difficilissima la gara di martedì perché lo Stadium sarà un inferno. In casa abbiamo subito solamente un gol nelle ultime nove partite, riusciamo a fare il nostro gioco ad alta intensità e ci aiutiamo l’uno con l’altro. Dovremo stare molto attenti a non commettere errori, la squadra di Guardiola è bravissima a sfruttare ogni disattenzione. E poi hanno Lewandovski lì davanti, per me è il miglior centravanti d’Europa, vederlo giocare è una gioia per gli occhi. Le assenze del Bayern non influiranno, hanno grandi alternative e anche Kimmich saprà sopperire allo svantaggio fisico con l’intelligenza, di lui me ne ha parlato Carvajal e non è stupito di vederlo al Bayern.”

FUTURO JUVE – Dopo aver affrontato l’argomento Bayern, Morata ha parlato del suo futuro e anche di quello del suo compagno di squadra, Paul Pogba: “Io sono molto più di un attaccante, torno spesso a dare una mano anche in fase difensiva, il mio raggio d’azione è molto più ampio. A Madrid non avevo la testa sgombra e non avevo possibilità di giocare, la Juve è venuta a prendermi a casa e per questo ho scelto di andare a Torino. Per il futuro ho firmato recentemente il nuovo contratto per i prossimi cinque anni, prolungando di un anno il contratto precedente. Per quanto riguarda Paul so delle offerte che sta ricevendo, lui è un amico e un talento impressionante, però è troppo importante per la Juve e abbiamo bisogno ancora di lui.”

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy