FOCUS – Il ritorno di Lemina

FOCUS – Il ritorno di Lemina

Dopo un’assenza di ben quattro mesi e diversi viaggi a Barcellona per curare una fastidiosissima infiammazione al tendine rotuleo, nel ritorno della semifinale di coppa Italia contro l’Inter è finalmente arrivato il momento del ritorno in campo di Mario Lemina.

LEMINA

TORINO – Dopo un’assenza di ben quattro mesi e diversi viaggi a Barcellona per curare una fastidiosissima infiammazione al tendine rotuleo, nel ritorno della semifinale di coppa Italia contro l’Inter è finalmente arrivato il momento del ritorno in campo di Mario Lemina. Il centrocampista gabonese mancava dalla sconfitta di Reggio Emilia contro il Sassuolo del 28 ottobre scorso, guarda caso l’ultima sconfitta in Italia della Juve prima della partita di ieri sera. Entrato nel secondo tempo al posto di uno spento Hernanes, Lemina ha contribuito a ridare un po’ di brillantezza al centrocampo juventino, che ha annaspato per almeno 70 minuti.

UNA STAGIONE TRAVAGLIATA – Lemina era partito bene, con una buona gara contro il Genoa, e aveva addirittura segnato nella trasferta di Napoli. Contro il Sassuolo disputò invece una partita pessima, fu lui a commettere l’ingenuo fallo da cui scaturì la rete di Sansone su punizione. Subito dopo ebbero inizio questi guai al ginocchio, che gli hanno impedito di scendere in campo per quattro mesi abbondanti. Lemina aveva iniziato la stagione come mediano davanti alla difesa, in un periodo in cui Marchisio era fuori per infortunio ed Hernanes non era per nulla convincente. Ha comunque disputato buone gare anche da mezzala, come appunto a Napoli, dove ha trovato il suo primo, e finora unico, gol juventino. Nel frattempo però è stato tagliato dalla lista UEFA della Juve per far spazio ad Asamoah, ieri uno dei peggiori in campo, e apparso in condizioni fisiche a dir poco preoccupanti. Chissà che non sia una mossa di cui ci si possa pentire più avanti.

FUTURO BIANCONERO? – Lemina è in prestito dal Marsiglia, c’è un diritto di riscatto fissato a 9,5 milioni di euro, più 1 di bonus al raggiungimento di determinati obiettivi sportivi. Al momento, è difficile che la Juve decida di investire una decina di milioni per un giocatore non affidabilissimo dal punto di vista fisico, ma un buon finale di stagione potrebbe far cambiare idea a Marotta e Paratici. Da vice Marchisio o da ricambio per Pogba e Khedira, potrebbe essere tornata l’ora di Mario Lemina.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy