Asamoah, a rischio i legamenti: a centrocampo la coperta è corta

Asamoah, a rischio i legamenti: a centrocampo la coperta è corta

Il ghanese è uscito in lacrime dal campo ieri a Palermo, gli esami di oggi saranno decisivi per valutare l’entità del suo infortunio

TORINO – La Juve torna incerottata da Palermo e preoccupano le condizioni di Kwadwo Asamoah, uscito in lacrime dal campo nei minuti finali. Per il centrocampista ghanese, così come per Rugani, sono previsti oggi gli esami strumentali dopo che la Juve ieri ha comunicato la distorsione al ginocchio sia per Asamoah che per il difensore azzurro. Mentre per l’ex Empoli filtra cauto ottimismo, non si può dire lo stesso per Asamoah, per il quale addirittura si teme un interessamento dei legamenti del ginocchio destro

COPERTA CORTA – Una maledizione per Asamoah, costretto a saltare praticamente tutta la scorsa stagione per gli infortuni che lo hanno martoriato. Un problema importante anche per Allegri, che qualora dovesse rinunciare ad Asamoah per diverse settimane allora dovrà gestire le forze di un centrocampo ridotto all’osso. In attesa del rientro di Sturaro prima e Marchisio poi, ad oggi Allegri può contare solo su quattro elementi a centrocampo (Lemina, Hernanes, Pjanic e Khedira). Le idee non mancano all’ex allenatore del Milan, visto che ha parlato della possibilità di schierare sia Alex Sandro sia Cuadrado nel ruolo di mezzala, ma una cosa è certa: è emergenza centrocampo in casa Juve.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy