Pirlo: “I senatori mi aiuteranno molto, vogliamo proporre sempre un calcio offensivo. Lavorare con Ronaldo è un piacere”

Le parole del tecnico bianconero

di redazionejuvenews
Andrea Pirlo

TORINO – Intervistato da UEFA.com, il mister bianconero Andrea Pirlo ha parlato della sua prima esperienza da allenatore: “Dopo il ritiro mi sono messo a studiare. Ho visto che la passione per questo mestiere cresceva e il passo successivo è arrivato da solo. Allenatori? Ho avuto diversi grandi tecnici. Ho avuto la fortuna di lavorare con gente come Lucescu, Ancelotti, Lippi, Conte e lo stesso Allegri. Cercherò di prendere qualcosa da ognuno. Guardiola? Uno dei migliori da quando ha iniziato. Credo sia un esempio da seguire. In panchina c’è più stress che in campo, perchè qui do indicazioni ma sono gli altri a dover giocare. Il mio gioco permetteva di decidere certe situazioni in campo, ora lo devo fare da solo fuori dal rettangolo verde. Juve? Ho trovato i senatori da subito disponibili. Mi possono aiutare molto perché sanno cosa vuol dire giocare alla Juve, vincere e anche lavorare con me. Ronaldo? Un simbolo del calcio mondiale. Vederlo allenare e poter lavorare con lui è bello. A 35 anni lavora come un ragazzino. Obiettivi? Vogliamo proporre un calcio offensivo, imporre il nostro gioco in qualsiasi stadio, anche al Bernabeu. Champions? Bisognerà affrontare tutte le squadre con la massima attenzione e con lo stesso entusiasmo, non puoi sbagliare. Il periodo più difficile è sempre stato quello di marzo perché alcune squadre non hanno ancora trovato il ritmo e quello è il periodo più difficile. Devi essere anche un po’ fortunato con il sorteggio”. Ma attenzione perché, proprio in queste ultime ore, sta circolando un’indiscrezione totalmente folle per quanto riguarda il mercato bianconero. Bomba atomica su Leo Messi: la notizia è clamorosa! >>>VAI ALLA NOTIZIA

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy