JuveNews.eu
I migliori video scelti dal nostro canale

news

Qui Torino, Sanabria: “Juve è forte, ma noi siamo pronti. Dobbiamo fare grande partita”

L'attaccante del Torino ha parlato

redazionejuvenews

TORINO - Antonio Sanabria, attaccante del Torino, ha parlato ai microfoni de La Gazzetta dello Sport di vari temi, tra cui la prossima partita di campionato (il Derby della Mole) contro la Juventus di Andrea Pirlo. Di seguito riportiamo le sue parole: "La Juventus è una grande squadra, di conseguenza non sarebbe giusto mettere in evidenza le qualità di un solo giocatore. Loro sono forti, ma noi siamo pronti: dobbiamo fare una grande partita per portare a casa un risultato positivo, che ci serve tanto. Questa lunga vigilia ci sta facendo bene perché ci ha dato l’opportunità di lavorare. È chiaro che vogliamo sempre ottenere il massimo, che vorremmo vincerle tutte. Alle volte va bene, altre no: dobbiamo ripartire dalle prestazioni fatte contro l’Inter e il Sassuolo, dove abbiamo avuto una buona reazione nel secondo tempo. Queste due partite ci dicono che la nostra forza sta nel fatto che non abbassiamo mai la guardia. In questo momento non ci stanno aiutando molto i risultati, ma dobbiamo andare avanti su questa che è la strada giusta: continuando a lavorare tutti insieme con questa intensità, miglioreremo di giorno in giorno e, di sicuro, raggiungeremo l’obiettivo finale".

 Cristiano Ronaldo

Poi ancora: "Per noi attaccanti la maniera migliore per aiutare la squadra è segnare gol pesanti. Finora i due gol che ho fatto non sono serviti perché non ci hanno portato punti, ma continuando a lavorare come stiamo facendo presto ne usciremo. Mi ha sorpreso la fisicità di Belotti: tecnicamente è forte, ma la fisicità è incredibile. Riesce con semplicità a fare gol in allenamento, ci mette sempre voglia e cattiveria: da lui imparerò tanto, come anche dagli altri nostri bravissimi attaccanti. La nostra forza è il gruppo: ci alleniamo al massimo, questa è la strada giusta. Covid? Mi è sembrato di vivere in un film".

Potresti esserti perso