Juve, Vlahovic e Zakaria scaldano i motori per domenica

I due colpi di mercato sono pronti a fare il loro esordio da titolari all'Allianz Stadium domenica sera, contro i gialloblù di Igor Tudor.

[fncvideo id=679923 autoplay=true]

Denis Zakaria

Archiviato il mercato e con gli impegni delle nazionali agli sgoccioli, la Juventus torna a pensare al campionato. Domenica sera alle 20:45 all’Allianz Stadium ci sarà la sfida al Verona dell’ex juventino Igor Tudor. Un avversario non semplice, che all’andata aveva sorpreso i bianconeri, sconfitti al Bentegodi per 2-1 grazie a una doppietta di Giovanni Simeone. Sabato ci sarà il derby di Milano, che potrebbe essere un’occasione per guadagnare punti sulla zona Champions. Per questo è fondamentale per Allegri preparare al meglio questa partita.

Oggi alla Continassa c’è stata un’altra giornata di lavoro, alla quale mancavano i nazionali sudamericani, che arriveranno solo domani. Chi era presente invece erano i nuovi acquisti. Entrambi si sono messi subito a disposizione, in condizioni ottimali e pronti a scendere in campo. Dusan Vlahovic guiderà per la prima volta l’attacco bianconero nel suo nuovo stadio. Con lui però potrebbe non esserci il compagno di quella coppia d’attacco che i tifosi juventini sognano da giorni di vedere in campo. Paulo Dybala, infatti potrebbe partire dalla panchina, visto il rientro a poche ore dalla partita dagli impegni con la nazionale argentina. In attacco dal primo minuto dovrebbe esserci Alvaro Morata, per una prova d’intesa interessante anche per le valutazioni di Massimiliano Allegri.

E nella formazione titolare dovrebbe trovare subito spazio anche Denis Zakaria. Il centrocampista svizzero oggi ha preso parte al suo primo allenamento da giocatore della Juventus. Il tecnico bianconero dovrà far fronte all’assenza per squalifica di Manuel Locatelli, quindi l’ex Borussia Mönchengladbach avrà modo di adattarsi al calcio italiano direttamente dalla prima partita contro i gialloblù. In caso di 4-2-3-1, in mediana sarà affiancato da Arthur, in una coppia che unisce la tecnica del brasiliano e la grande fisicità dell’elvetico. In caso di centrocampo a 3, l’ex Barça farebbe da play, con Zakaria e Rabiot ai suoi lati. Insomma, tanta scelta per Allegri. Ora bisogna ripartire bene per affrontare la fase calda della stagione.