Chiellini vince e convince con i LAFC: mezza Juve sugli spalti

Esordio in casa vincente per Chiellini con i Los Angeles FC: sugli spalti presente mezza squadra della Juve

Dopo 17 lunghissimi anni passati a guidare la difesa della Juventus, Giorgio Chiellini ha deciso di lasciare Torino e di trasferirsi in America per giocare con i Los Angeles FC. La squadra californiana è tra le favorite al titolo e grazie alla forza e all’esperienza di uno come Chiello, non potrà che puntare alla vittoria finale. Dopo aver saltato per infortunio il primo match casalingo, Chiellini ha poi giocato e vinto i due successivi, entrambi fuori casa. Ieri quindi l’esordio tra le mura amiche, vinto in rimonta per 2 a 1. Per l’ex capitano bianconero deve essere stata una partita molto speciale, soprattutto perchè sugli spalti c’era qualcuno di molto particolare a fare il tifo per lui.

Massimiliano Allegri, Dusan Vlahovic, Leonardo Bonucci, Juan Cuadrado, Angel Di Maria, Luca Pellegrini, Mattia Perin, Alex Sandro e Manuel Locatelli, infatti, sono andati tutti a veder giocare il loro ex compagno di squadra. La Juve si trova in tournée proprio negli USA a Los Angeles e ha quindi deciso di andare a supportare Chiellini. Vestiti con le tute della società bianconera, gli juventini hanno dimostrato tutto il loro affetto per l’ex numero 3 (che in America indossa la 14). In particolare Bonucci è sembrato il più carico di tutti, visibilmente contento nel vedere il suo compagno di una vita.

[embedcontent src=”twitter” url=”https://twitter.com/juventusfc/status/1553220271514853376″]

E lo spettacolo messo in mostra da Chiellini per i suoi ex compagni e per tutti i tifosi presenti allo stadio è stato di primissimo livello. Perchè se da una parte le letture difensive, gli interventi e il carisma sono doti che abbiamo visto a lungo in Italia, nessuno si sarebbe potuto aspettare di vedere il classe 1984 spingersi in avanti, tirare da fuori e impostare con i lanci lunghi (Bonucci sarà fiero di lui). Un Chiellini 2.0, libero di giocare con spensieratezza in un campionato sicuramente mente competitivo. Forza Giorgio!