Christillin: “Io presidente della Juventus? Non è praticabile”

Il membro UEFA del consiglio FIFA, nonché grande tifosa della Juve, è intervenuta a Radio Anch'io Sport, parlando della situazione bianconera
Christillin

Evelina Christillin è intervenuta ai microfoni di Radio Anch’io Sport, parlando della situazione della Juventus. Queste le sue parole sul nuovo assetto societario: E’ giustissimo quello che ha fatto la proprietà, azzerando quelli che erano i problemi legati a una gestione finanziaria problematica. Anche il CdA, lo avete visto, è molto snello con 5 persone di super professionisti nel campo legale-commercialistico-finanziario. Prima di tutto è giusto che la proprietà rimetta a posto i conti, è l’obiettivo primario. Per questo motivo non credo che ci sarà un grande mercato, o saranno parametri zero o non si può spendere.

Il membro Uefa del consiglio Fifa poi ha detto la sua sul progetto giovani, visto che in molti si sono messi in luce nell’ultimo periodo: “Investire sui giovani non solo è una cosa positiva ma è anche una necessità. Non solo non si potrà comprare, ma temo bisognerà anche vendere. Il progetto lasciato completamente nelle mani di Allegri sarà al risparmio. Bisognerà fare fuoco con la legna che si ha, che è una buona legna, ancora un po’ verde, ma legna”.

Poi una chiosa sulla possibilità da nota tifosa bianconera, di diventare presidente della Juve: Per carità, ne sarei onorata, ma non è una cosa assolutamente praticabile, in nessun modo.