news

Tutto fatto per Chiellini al Los Angeles FC

Giorgio Chiellini

Chiellini si avvicina sempre di più al trasferimento in America. Nel frattempo la Juve continua a cercare il suo sostituto

redazionejuvenews

Giorgio Chiellini ha già salutato tutti in casa Juve e si prepara ad iniziare una nuova fase della sua lunga e gloriosa carriera. Il centrale italiano, però, non ha ancora comunicato quale sarà la sua prossima destinazione. In un'intervista a La Gazzetta dello Sport ha infatti rivelato: "Penso che sia il momento giusto, perché il crollo arriva in un attimo e sia la Juve sia la Nazionale hanno bisogno che qualcuno riempia il vuoto lasciato da me: servirà a far fare il salto di qualità ai giocatori più giovani. Dalla Juve ho avuto tanto e ho dato anche tanto. Mi piacerebbe fare un’esperienza più leggera, anche di vita, per staccare la spina e tornare più carico. Fare il dirigente è molto impegnativo, bisogna prepararsi e studiare. Torino ormai è casa per la mia famiglia, torneremo sicuramente a vivere qui".

La nuova esperienza delll'ex Capitano bianconero sembra sarà in MLS, il campionato americano. La sua prossima squadra saranno i Los Angeles FC, tanto che le firme del contratto sono attese nelle prossime settimane. L'ormai ex difensore della Juventus sta scegliendo gli ultimi dubbi, come rivelato ai microfoni di RaiSport dopo la partita persa contro l'Argentina per 3-0: "Futuro in California? Vediamo, non lo so. Ora torno a Torino, mi faccio un po' di vacanze, e poi passo da Livorno a metà mese. Poi deciderò nelle prossime settimane".

Questa la sua analisi della partita e del futuro degli Azzurri: "È un peccato perché nel primo tempo abbiamo sbagliato tanto noi e ci siamo rovinati il match da soli, ma soprattutto in questo momento loro sono troppo più forti, hanno fiducia e sono squadra, sembrano noi un anno fa. Il mio erede deve innanzitutto avere voglia di migliorarsi continuamente. Io sono arrivato fin qui iniziando una carriera da difensore 'old style' per poi crescere e adattarmi. Mi auguro che non si perda la voglia di marcare duro e stare attaccato all'uomo".