JuveNews.eu
I migliori video scelti dal nostro canale

news

Cesari: “Giusto il rigore per il Porto e anche su Ronaldo non ci sono gli estremi per assegnarlo”

Cristiano Ronaldo

L'ex arbitro ha parlato

redazionejuvenews

TORINO - Graziano Cesari, ex arbitro, ha parlato ai microfoni di Sportmediaset circa la prestazione di ieri sera dell'arbitro olandese Kuipers facendo la moviola del match Juventus-Porto. Queste le sue parole: "L’arbitro Kuipers merita qualcosa in più della sufficienza. Giusto il rigore per il Porto, Demiral è stato ingenuo. E’ successo lo stesso a parti invertite al 23′, ma Pepe è stato più furbo. Tuttavia il fallo su Morata c’era. Ineccepibile l’espulsione di Taremi, mentre il portiere dei portoghesi doveva essere ammonito per il calcetto a Morata dopo il gol del 2-1. Contatto su De Ligt al 120′? Per me non c’è nulla. Stessa cosa per lo scontro tra Ronaldo e Marchesin. Nonostante la gamba del portiere si alzi un po’ non ci sono gli estremi per un calcio di rigore".

 Andrea Pirlo

Per il mancato passaggio del turno dei bianconeri c'è stato rammarico in primis del tecnico Andrea Pirlo: "Abbiamo commesso quattro errori in due partite e in un ottavo di Champions sono tanti. Ora dobbiamo mentalizzarci sul campionato, sapendo che siamo ancora a marzo e che possiamo risalire la classifica. Questa sera eravamo partiti bene, poi un episodio ci è costato il rigore subito, ma ci siamo ricompattati e nella ripresa abbiamo fatto la nostra partita, aiutati anche dalla superiorità numerica. A quel punto dovevamo allargarli il più possibile e abbiamo provato a farlo con calma, trovando i gol in questo modo. Ora potremo migliorare e lavorare su aspetti sui quali non ci eravamo potuti concentrare viste le tante partite. Questa sera eravamo partiti bene, abbiamo avuto l'occasione subito all'inizio con Morata per andare in vantaggio, non abbiamo fatto gol e poi l'occasione in area di rigore ci è costato un errore e quindi il calcio di rigore. Da lì si è aperta un'altra partita, c'è stato un momento anche dove potevamo subirne un altro. Poi ci siamo ricompattati, ci siamo messi meglio in campo, un po' più ordinati, abbiamo riiniziato a giocare".

Potresti esserti perso