news

Bucchioni: “Mancini doveva andarsene, la squadra non crede più in lui”

Enzo Bucchioni

Enzo Bucchioni, giornalista, ha analizzato il momento delicato della Nazionale italiana, parlando anche di Mancini.

redazionejuvenews

Enzo Bucchioni, giornalista, ha rilasciato delle dichiarazioni a TMW Radio, parlando della Nazionale italiana. Ecco le sue parole: "11 mesi fa abbiamo vinto l'Europeo ma la situazione era la stessa di oggi. Oggi non esiste più nulla. La sconfitta di ieri mi preoccupa oltre il risultato. Mi preoccupa il ko più di quello della Macedonia. Lì c'erano delle giustificazioni, ieri sera no. C'erano motivazioni a mille e dovevano darti una carica. La squadra di prima è sparita, quindi vale ancora la pena continuare con questo ct? Stimo moltissimo Mancini, ma ora non si può più pensare che possa rimettere tutto a posto. Credo che doveva andarsene, doveva essere lui il primo a capire che il ciclo era finito. Ma qui c'entra la politica. Se si fosse dimesso, sarebbe dovuto andare via anche il presidente federale. La squadra non crede più in Mancini. Qual è il progetto tecnico ora? Dobbiamo cambiare tecnico e trovarne uno che ricostruisca un gruppo come fece a suo tempo Mancini".

Su Gravina: "Sono passati cinque anni da quando abbiamo toccato il fondo. Cosa è stato fatto? Ci sono sempre i soliti lì. E' stato riciclato Abete nei dilettanti. Il calcio va a rotoli, non funziona nulla. C'è un centro dirigenziale che favorisce solo se stesso. Serve il rinnovamento, idee nuove. Mancano uomini nuovi. Ci sono centri di potere in lotta e non pensano al bene del calcio italiano".

Ancora sul C.T: "Nel calcio ci sono dei momenti, cicli. Quando questi finiscono, quando l'energia di un gruppo evapora non c'è più niente da fare. Bisogna cambiare il tecnico. La Nazionale di Mancini ha fatto qualcosa che è andato oltre l'immaginazione. Cosa può fare di più, non avendo dietro un movimento importante? A Empoli, dove fanno bene calcio, senza guardare il cuore, hanno rotto con Andreazzoli. Ha capito il presidente che si è rotta la magia. E ha fatto bene a rompere. La Nazionale deve cambiare manico o non si va neanche agli Europei".