Baroni: “Buona prestazione, abbiamo creato problemi alla Juventus”

Marco Baroni, tecnico del Lecce, ha detto la sua dopo la partita con la Juventus, parlando anche della prestazione dei giallorossi.
Notizie Juve, le parole di Baroni.

Marco Baroni, allenatore del Lecce, ha detto la sua dopo la partita con la Juventus. Ecco le sue parole: “Queste sono partite dove non puoi sbagliare niente, la squadra mi è piaciuta dal punto di vista della personalità forse nel primo tempo siamo mancati in qualcosa nella pressione. Nel secondo tempo abbiamo fatto meglio dopo che ho fatto vedere ai ragazzi dove mancavamo, peccato perché abbiamo avuto occasioni concrete per mettere in pari il risultato. Ci teniamo stretta la prestazione, sapevamo che era una partita difficile. Ci dà fiducia per il futuro e per le prossime gare. 

La Juve ha giocatori che cambiano le partite, una punizione così da lontano, poi il secondo gol l’avevo detto che Kostic se non trova spazio in mezzo può mettere il pallone più indietro. Chiaro che la squadra ha avuto occasioni, ha tenuto bene il campo. Contro questi campioni non puoi sbagliare, però abbiamo tenuto il campo e messo pressione alla Juventus. Abbiamo tirato in porta più di loro e questo fa piacere, ci dà una prestazione verso le prossime partite fondamentali che disputiamo in casa a partire dalla prima di domenica.

Tutto aiuta, noi siamo partiti con la squadra più giovane del campionato, la quinta in Europa. Questi ragazzi sono cresciuti tantissimo nella convinzione, tanti sono esordienti. Aver giocato senza timore una partita del genere è qualcosa di importante. Io cerco di trasferire alla squadra di non aver mai timore perché in questo non dobbiamo cadere ed aver fatto un bel secondo tempo con coraggio è già importante. Anche con l’Udinese nell’ultima abbiamo interpretato benissimo la partita. Noi abbiamo un po’ il problemino del gol, ma questo ce lo portiamo dietro altrimenti non saremmo lì. Però oggi siamo stati pericolosi, possiamo migliorare negli ultimi 25 metri e siamo già migliorati molto”.