Buffon: “Non smetto per rispetto del Gigi bimbo. Ho simpatizzato per i nerazzurri di Trapattoni”

Buffon: “Non smetto per rispetto del Gigi bimbo. Ho simpatizzato per i nerazzurri di Trapattoni”

Buffon insieme a Bugo nell’ormai consueto appuntamento con #ACasaConLaJuve

di redazionejuvenews
Buffon

TORINO – La Juventus, pur in quarantena, non sta facendo mancare il contatto tra i tifosi e i loro beniamini. Nell’appuntamento di oggi, gli ospiti di Enrico Zambruno e Claudio Zuliani sono stati Gigi Buffon e Bugo. Queste alcune dichiarazioni del portiere bianconero: “Due anni anni fa avevo praticamente smesso di giocare, ma non ho smesso perchè mi sento bene e perchè devo avere rispetto dei sogni del Gigi bimbo. Se quando avevo 6 anni mi avessero detto che sarei diventato un portiere di Lega Pro, neanche di Serie A, avrei pianto dalla gioia e devo rispettare quell’emozione perchè in quegli anni si fanno i pensieri più puri. Ho fatto un anno bellissimo a Parigi, probabilmente ci voleva per disintossicarmi. I contatti con il mondo Juve ci sono sempre stati e praticamente ho fatto una stagione all’estero senza recidere il cordone ombelicale. Da bimbo il mio excursus da tifoso è stato particolare: andavo a Udine da bimbo dai miei cugini e loro erano juventini, ed io ero un tifoso matto. Ero innamorato di Trapattoni perchè fischiava, quando è andato all’Inter ho tentennato ed ho simpatizzato anche per i nerazzurri. Poi quando è andato via ho seguito le squadre di provincia, poi dai 12 anni la passione per il Genoa mi ha travolto. Questo dimostra quanto siano fondamentali le figure che ti formano nel calcio”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy