news

Le probabili formazioni di Torino-Juventus: spazio per Kean in attacco?

Moise Kean

In vista della partita tra Torino e Juventus, andiamo alla scoperta delle probabili formazioni delle due squadre

redazionejuvenews

Sabato alle ore 18.00 andrà in scena il derby della Mole tra Torino e Juventus, un match storico che, come tutti i derby, non può essere considerato come una normale partita. I bianconeri arriveranno al match forti della recente vittoria in Champions League contro i campioni in carica del Chelsea. Dopo un inizio di stagione particolarmente complicato, questa vittoria potrebbe essere fondamentale per l'umore della squadra e fungere da punto di svolta per la stagione. Il Torino, invece, è reduce da un pareggio fuori casa contro il Venezia: non la miglior prestazione da parte della squadra di Ivan Juric, che però rimane una delle sorprese di questa Serie A. Andiamo alla scoperta delle probabili formazioni delle due squadre.

Ivan Juric schiererà i suoi con il tipico 3-4-3 che ha fatto la sua fortuna all'Hellas Verona e ora anche al Torino. Tra i pali è pronto Vanja Milinkovic-Savic, fratello del più famoso Sergej e autore di un ottimo inizio di stagione. La difesa a tre dovrebbe essere composta da Zima, Bremer e Ricardo Rodriguez, mentre sugli esterni agiranno Singo e Ola Aina. Problemi fisici per Ansaldi, che non dovrebbe essere del match. A centrocampo spazio a Mandragora e Lukic, con Pobega e Brakalo a supporto di Sanabria unica punta. Belotti non dovrebbe farcela, così come l'ex Juventus Pjaca, entrambi infortunati.

In casa Juventus, invece, Massimiliano Allegri dovrebbe riproporre il 4-4-2, con Szczesny ancora titolare in porta. In difesa spazio a Cuadrado, Bonucci, De Ligt e Alex Sandro, con Chiellini e Danilo che scalpitano per un posto da titolare ai danni di De Ligt e Alex Sandro. Sulle fasce fiducia a Chiesa e Bernardeschi, fenomenali contro il Chelsea, mentre in mezzo al campo ci saranno Locatelli e Bentancur. In attacco al posto degli infortunati Dybala e Morata, pronto il tandem composto da Kean e Kulusevski.