news

Juric: “Dispiace per il risultato, avremmo potuto far male alla Juventus”

Ivan Juric

Nonostante la buona prova, il Torino non è riuscito a sconfiggere la Juventus. Ai microfoni di DAZN, Juric ha commentato la partita

redazionejuvenews

Ieri la Juventus di Massimiliano Allegri è uscita vincitrice dal derby della Mole contro il Torino. Al termine della partita il tecnico granata Ivan Juric ha commentato il match ai microfoni di DAZN dicendo: "Abbiamo fatto una grandissima prima frazione di gioco, dove avremmo potuto fare male alla Juventus. Nella ripresa loro hanno accelerato ma noi siamo riusciti a difenderci per lunghi tratti. Cerchi di adattare gente un po' qua e un po' là, i ragazzi danno il massimo ma non è così semplice. Già all'inizio li metti in posizioni non loro, come Lukic, e poi ne risenti. Nel calcio si pagano questo tipo di errori. La società dovrebbe gestire meglio questo tipo di situazione. La Juve però ha grandissimi giocatori: quando è entrata gente fresca, abbiamo sofferto un po'. Dispiace per il primo tempo dove dovevamo essere più cattivi. Quando domini una partita così devi fare gol".

Sui tanti giocatori assenti per infortunio, l'allenatore ha aggiunto: "Oggi mancava Djidji dietro e in attacco mancavano Praet, Pjaca, Zaza e Belotti. Fai giocatore Lukic lì e non hai un cambio in mezzo con quelle caratteristiche che ci servono. Dobbiamo migliorare tecnicamente e alzare il livello di giro palla. Dispiace perchè penso che per lunghi tratti è stata un'ottima partita".

Nonostante la buona prestazione, il Torino non è riuscito a vincere: cosa è mancato alla squadra? "Ci mancano un po' di conoscenze proprio del gioco - Ha ammesso Juric -. Nel primo tempo creavamo superiorità a sinistra e abbiamo dominato la partita. Nel secondo dovevamo andare più a destra, ma in questo momento non abbiamo la lucidità di capire e cambiare con velocità. Penso che debba arrivare con il tempo. Ci chiudevamo dietro, ma non siamo riusciti a difenderci. Nel primo tempo abbiamo dominato, nella ripresa dovevamo cambiare e in questo momento non siamo in grado di riconoscere la situazione dove andare a giocare".