Juve, Sconcerti esalta Di Maria: “Forse è il miglior giocatore della Serie A”

Sulle pagine de Il Corriere della Sera, Mario Sconcerti ha esaltato il nuovo acquisto della Juve Angel Di Maria
Angel Di Maria

La stagione 2021/22 per la Juventus è stata un disastro sotto praticamente tutti i punti di vista. I bianconeri non sono mai riusciti a imporre il loro gioco, eliminati dalla Champions League agli ottavi dal Villareal, sconfitti in finale di Supercoppa e Coppa Italia, solo quarti in Serie A. Per la prima volta negli ultimi 10 anni la Vecchia Signora ha concluso una stagione senza neanche un trofeo: mai così male. Per questo la dirigenza bianconera ha deciso di investire con forza sul mercato, andando a prendere tre giocatori di assoluto livello come Pogba, Di Maria e Bremer. In queste prime amichevoli estive il fantasista argentino si è dimostrato subito in gran forma, facendo scatenare i tifosi della Juventus.

Sul Corriere della Sera il giornalista Mario Sconcerti ha elogiato l’ex PSG: Di Maria è forse il miglior giocatore del campionato. Gioca da tanto tempo ma non ha mai sbagliato stagione. Ha una semplicità diversa, cioè gioca come l’avversario raramente si aspetta. Non è un giocatore da campionato italiano, è come parlasse una sua lingua romanza dolce, sonora, orecchiabile, suadente. Di Maria per una stagione è l’esatta fotografia di un calcio bello e indeciso, in cui i programmi hanno fatto un passo indietro ma restano speranza. Orazio direbbe che è la rivincita del presente, probabilmente c’entra anche un po’ di povertà diffusa, ma il ragazzo merita l’eccezione”.

Il Fideo nonostante i 34 anni si prepara ad una stagione su altissimi livelli. Certo, l’argentino non potrà sicuramente giocarle tutte e avrà bisogno di riposare e gestire le energie, ma non per questo non riuscirà a dare il suo contributo alla causa bianconera. Forse le gambe e il fiato non saranno più quelli di un tempo, ma l’infinita classe c’è e rimane. Con lui, Vlahovic e Chiesa le difese avversarie avranno veramente molto di cui preoccuparsi.