news

Domani Italia-Ungheria: Juve protagonista dei match del passato

Alessandro Del Piero

In vista della sfida tra Italia e Ungheria, la Juve ha pubblicato un interessante approfondimento sui bianconeri protagonisti del passato

redazionejuvenews

In vista della sfida tra Italia e Ungheria, la Juve ha pubblicato un interessante approfondimento: "Martedì 7 giugno la Nazionale affronterà l'Ungheria a Cesena in una gara valevole per la Nations League. Gli incroci degli juventini in azzurro con i magiari sono tanti e importanti, a cominciare dalla presenza di due bianconeri nella finale del Mondiale vinta nel 1938: Alfredo Foni e Pietro Rava. Quel che non tutti sanno è che per ben 4 volte la Juventus stessa ha affrontato in amichevole l'Ungheria, l'ultima delle quali nel 1977.

IL 3-1 AL COMUNALE

É il 18 agosto del 1977: la Juve campione d'Italia si presenta al Comunale sfidando l'Ungheria. Lo spettacolo è garantito, i bianconeri sono reduci da una stagione meravigliosa, nella quale hanno centrato l'accoppiata scudetto-Coppa Uefa. Nella prima uscita torinese, la formazione di Trapattoni piega gli avversari 3-1. Dopo l'autogol di Balint, Boninsegna raddoppia (nella foto) e Causio firma il tris.

UNA JUVE FORTISSIMA

Osservate la foto della squadra schierata prima del fischio d'inizio con l'Ungheria. In piedi da sinistra a destra i 6 giocatori sono Gentile, Morini, Zoff, Spinosi, Bettega e Benetti. Accosciati ci sono Cuccureddu, Tardelli, Causio, Boninsegna e Furino. Non c'è neanche un nuovo acquisto nell'undici scelto dal mister. Troppo forte la Juve in questa fase per avere bisogno di sostanziali correttivi. Ed infatti lo scudetto verrà bissato, per la Signora sarà il numero 18.

NOVE SU UNDICI

Trascorre un anno e la Juventus nell'estate del 1978 si presenta a Villar Perosa. Nove dei componenti di questa formazione – uniche eccezioni Virdis e Morini - sono scesi in campo due mesi prima per affrontare l'Ungheria al Mondiale in Argentina. Sfoderando una delle prestazioni più scintillanti della storia azzurra, chiusa anche in quel caso con un 3-1 siglato da Rossi, Bettega e Benetti.

L'IDOLO DI UN BAMBINO

Nella storia di Italia-Ungheria c'è anche un bianconero che milita nella formazione magiara. Succede nel 1928, prevalgono gli azzurri 4-3 e va in gol Ferenc Hirzer, trascinatore della Juve che vince lo scudetto due anni prima, quando segna 34 gol in 26 incontri! É quanto basta perché diventi l'idolo di un bambino che spesso lo va ad ammirare in allenamento. Quel bambino è Gianni Agnelli.

IL GOL DI DEL PIERO

L'ultima volta che Italia-Ungheria si è giocata nel nostro Paese risale al 2001. A Parma, la sfida viene decisa da una rete di Del Piero segnata all'ultimo minuto del primo tempo. Un capolavoro su punizione che regala 3 punti importanti per le qualificazioni al Mondiale nippo-coreano". (juventus.com)