JuveNews.eu
I migliori video scelti dal nostro canale

news

Juve, Bernardeschi: “Grande partita. Ritiro? Ora siamo un gruppo unito”

Federico Bernardeschi

Al termine della partita tra Juventus e Zenit, l'esterno bianconero Federico Bernardeschi è intervenuto in conferenza stampa

redazionejuvenews

Al termine di Juventus-Zenit, Bernardeschi è intervenuto in conferenza stampa: "Lascia grande soddisfazione aver raggiunto gli ottavi con due gare d'anticipo. La cosa più importante era vedere gli uomini che eravamo, che devono venir fuori nei momenti più difficili. Abbiamo fatto una grandissima partita sotto il punto di vista dell'intensità, ma sappiamo bene che non può essere l'eccezione. Ci sono state sette gare dove siamo stati Juventus, a volte cadiamo ma la posizione di classifica in cui ci troviamo non è accettabile. Lo sappiamo bene, noi in primis: come dice il mister bisogna stare zitti e lavorare. Tra qualche mese rialzeremo la testa e vedremo dove siamo ma non era facile affrontare una gara così".

Per l'esterno italiano il gol manca da diverso tempo: "Era più importante fare una grande prestazione e dimostrare che il gruppo è unito e la squadra c'è - ha ammeso Bernardeschi. Gli obiettivi personali arriveranno, quelli collettivi sono più importanti. Sono contento che i tre attaccanti abbiano fatto tutti e tre gol. Dobbiamo continuare così, questa deve essere la normalità. Rinnovo? Penso a far bene come sto facendo e a continuare così. Ci sarà tempo per parlare di queste cose. Ora è più importante concentrarsi su altro, questo viene di conseguenza".

"Con l'Europeo ho chiuso un cerchio dopo momenti difficili, momenti di cui sono orgoglioso - ha continuato il classe 1994. Un ragazzo intelligente deve saper prendere le cose buone dai momenti difficili per rialzarsi più forte di prima. Sto facendo bene, sono davvero contento ma la cosa che più mi fa piacere è aiutare squadra e compagni, essere a disposizione del mister e dei compagni. Questo per un giocatore è fondamentale, quel che abbiamo creato all'Europeo deve essere da insegnamento ogni giorno. Dobbiamo portare anche questo dentro la Juventus". Chiosa finale sul ritiro: "Fa bene al gruppo: quando c'è un gruppo sano e genuino si ha anche il piacere di stare insieme. Spiace per le famiglie, però ci sono momenti dove bisogna fare delle piccole rinunce per tirare fuori delle cose importanti come stasera".