JuveNews.eu
I migliori video scelti dal nostro canale

news

Bonucci e Chiellini presentano All or Nothing: “Si scopriranno molte cose”

Leonardo Bonucci e Giorgio Chiellini

I due calciatori della Juventus hanno presentato la serie riguardante la squadra bianconera e la scorsa stagione

redazionejuvenews

I difensori della Juventus Giorgio Chiellini e Leonardo Bonucci,sono stati intervistati dai microfoni di Coming Soon per presentare la serie "All or Nothing: Juventus" in onda su Amazon Prime Video dal 25 novembre.

Cosa rappresenta per voi lo spogliatoio? 

Bonucci: "Lo spogliatoio è il luogo sacro per un calciatore. Portare le telecamere in un luogo sacro è stata una bella novità, un bell'esame che speriamo di aver superato a pieni voti".

Come vi siete trovati con le telecamere sempre presenti?

Chiellini: "All'inizio ci fai caso, poi crei rapporto con chi ci sta dietro, quelle fisse diventano arredamento, e alla fine esce fuori tutto quello che è reale in un luogo sacro che adesso si apre sempre di più. Tanti appassionati di calcio curiosi di conoscere le persone e il mondo Juve si divertiranno tanto guardando e scoprendo cose nuove in questa serie".

Quanto è stato importante accogliere i giovani?

Bonucci: "Hanno portato una ventata di entusiasmo, sono stati molto importanti. Il ricambio generazionale deve esserci in ogni ciclo, per ripartire ancora più forte. Poi è normale che incontri delle difficoltà, cosa che abbiamo incontrato anche noi quando siamo arrivati, ma la fortuna è incontrare persone che ti possono trasmettere il valore della maglia che indossi. In allenamento devi pensare ogni giorno di poter diventare un giocatore ed un uomo migliore".

Quale è stato il rapporto con Ronaldo?  

Chiellini: "È sempre stato ottimo, se stai tre anni insieme si crea un legame profondo. Tanti giornalisti hanno voluto provare a rovinarlo senza motivo. Cristiano ha dato tanto e gliene siamo grati, ha lasciato alla Juventus in eredità il suo modo di lavorare, di approcciare alle partite; la sua etica di lavoro e la sua professionalità, oltre a tutto quello che ha fatto in campo, rimarranno sempre. Era anche normale che andasse via, ed è scorretto chi vuole provare a rovinare tutto quello che c'è stato, perchè tutti abbiamo una grande stima e un grande ricordo di Cristiano".