Allegri: “Pogba dovrà fermarsi. La squadra sta meglio fisicamente”

Massimiliano Allegri, allenatore della Juventus, ha detto la sua dopo il successo contro la Cremonese per 2-0
Massimiliano Allegri

Max Allegri, allenatore della Juventus, ha detto la sua a DAZN dopo la vittoria con la Cremonese. Ecco le sue parole: “Pogba? Siamo tutti dispiaciuti, stava facendo anche discretamente bene e senza di lui abbiamo faticato a trovare le posizioni. Ora dovrà sicuramente fermarsi di nuovo, ha sentito dolore sul quadricipite. La squadra migliora nei secondi tempi? Vuol dire che la squadra sta meglio fisicamente, quando nel secondo tempo aumenti l’intensità e la corsa vuol dire che stai bene. Aumentando la velocità e verticalizzando fai bene, nel primo tempo dovevamo fare meglio perché eravamo troppo lenti. La squadra sta bene, ci fa ben sperare. E’ una partita secca, può succedere di tutto e sicuramente sarà aperta a tutti i risultati.

Lottare per lo Scudetto il prossimo anno? Bisogna fare un passo alla volta, dobbiamo finire la stagione nel migliore dei modi. Cercheremo di arrivare secondi sul campo migliorando quanto fatto negli ultimi due anni, poi vedremo anche l’Europa League. La Juventus per tornare a vincere manca ancora un po’, quest’anno sono stati inseriti sette giovani dalla Next Gen ed é un lavoro partito dieci anni fa. L’anno prossimo bisogna di nuovo ripartire, poi le annate cambiano e crei l’alchimia giusta e ti cambia tutto. Si riparte sicuramente per lottare per i vertici, ci vuole molta calma. Rimanere realisti e sereni per togliere responsabilità ad un gruppo con tanti giovani dentro.

Siviglia? Noi siamo arrivati a giocare questa partita con il Siviglia che é una squadra abituata all’Europa League, oggi abbiamo vinto una partita non facile perché la Cremonese si é difesa molto bene. Nel primo tempo potevamo essere più veloci, meglio nel secondo tempo. E’ una vittoria meritata. Cosa ho in mente per il Siviglia? Non ho in mente proprio niente, posso avere in testa una roba ma poi posso cambiare idea. Poi avro’ le idee più chiare”.