Szczesny si racconta: “Amo le parate semplici. Portiere per papà e non leggo i giornali”

Szczesny si racconta: “Amo le parate semplici. Portiere per papà e non leggo i giornali”

Le parole del portiere bianconero

di redazionejuvenews

TORINO – Da diversi anni tra i protagonisti assoluti della Juve c’è Wojciech Szczesny. Il portiere polacco è esploso con la maglia della Roma dopo anni difficili all’Arsenal, per poi confermarsi ad altissimi livelli alla Juve. Ieri Szczesny ha rilasciato alcune interviste a JTV durante il programma ‘Players on the road’  “Ho fatto il portiere principalmente per mio padre, poi ero sempre il più alto e bravo con le mani piuttosto che con i piedi. L’essere portiere è una cosa che ti nasce dentro, non lo diventi. Le mie parate preferite sono quelle semplici perché vuol dire che non hai sbagliato nulla nella preparazione; quando fai un miracolo vuol dire che hai sbagliato qualcosa prima. Mio figlio? Ha un anno e cinque mesi e già prova a prendere il pallone con le mani. Non so cosa farà da grande, se il portiere come me o cantante come mia moglie. Potrebbe fare entrambi, alla Juve c’è poco da parare, magari quando farà un intervento potrà anche cantare una canzone. Una volta ho scritto il testo di una canzone d’amore per mia moglie e le è piaciuto, le dissi però di non dire nulla: è strano vedere un uomo di due metri scrivere testi d’amore. Giornali? Non mi piacciono, non li leggo. Ricordo che appena arrivato non sapevo la lingua e non li leggevo, così mi è rimasta quest’abitudine. Le pagelle però mi fanno ridere molto, sono sempre discordanti: vedi da un lato Higuain 5,5 e dall’altro 7,5”. Ma intanto, poco fa, è arrivata una’altra clamorosa novità in casa bianconera, sprint decisivo per la fumata bianca: contratto già pronto e firma in arrivo, Paratici vuole chiudere subito! >>>VAI ALLA NOTIZIA

 

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy