Ronaldinho fermato in Paraguay con documenti falsi

Ronaldinho fermato in Paraguay con documenti falsi

Disavventura per il Giocatore

di redazionejuvenews
Ronaldinho

TORINO – L’ex calciatore Ronaldinho è stato arrestato dagli agenti del Paraguay con l’accusa di essere entrato nel paese con il passaporto falso.

Come riportato dall’Ansa, la polizia avrebbe perquisito la suite dello Yacht Resort dove l’ex calciatore alloggia insieme al fratello Roberto de Asssis, nei presi della capitale Asuncion. I due erano arrivati ieri in Paraguay per presentare un programma gratuito di assistenza sanitaria per i bambini poveri. A Ronaldinho nel 2018 le autorità brasiliane avevano ritirato il passaporto, con contestuale divieto di viaggi all’estero per 10 mesi, a causa di un’ammenda non pagata relativa alla costruzione di un molo nel lago Guaiba, effettuata nel 2015 senza averne i relativi permessi. Il documento era stato poi nuovamente ottenuto, dietro pagamento di una multa di un milione di dollari. All’ex campione e al fratello, attualmente in stato di fermo domiciliare, sono stati sequestrati passaporti e altri documenti di identità, e i telefonini, in attesa che la situazione venga chiarita.

>>> LEGGI TUTTE LE ALTRE NOTIZIE SULLA JUVENTUS! <<<

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy