Orsolini: “Fare il ritiro con la Juve è stato emozionante, doversi adattare ai loro ritmi è faticoso”

Orsolini: “Fare il ritiro con la Juve è stato emozionante, doversi adattare ai loro ritmi è faticoso”

Il gicoatore ha parlato a DAZN

di redazionejuvenews
Riccardo Orsolini

TORINO – L’attaccante della Juventus in prestito al Bologna Riccardo Orsolini ha parlato intervistato dai microfoni di DAZN.

“Alle visite con la Juve ero un po’ agitato. Non credevo che fossero tutti lì per me. Poi quando ho fatto il ritiro con la Juve è stato ancora più emozionante perché non sapevo come comportarmi, andavano al doppio di me. Io venivo dalla B e loro facevano la Champions League. Doversi adattare ai loro ritmi è stato faticoso.”

“La prima volta che sono entrato a San Siro mi ha fatto un effetto parecchio strano. Ero stato solo sugli spalti per vedere qualche partita, ma quando entri in campo è come se si oscurasse tutto quello che c’è intorno a te. Magari hai paura di non essere all’altezza, di sbagliare partita. Oppure hai paura di farti male. Devi cercare di svuotare la mente il più possibile e concentrarti solo sulla partita. Se ti metti a pensare che devi giocare contro la Juve, non dormi”.

“La notte dopo non dormo mai e me la riguardo tutta, quindi  magari dico qui potevo fare meglio o qui dovevo stopparla in un altro modo”.

 

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy