Cobolli Gigli che attacco a Paratici e Sarri: “Lui è un presuntuoso, nulla a che vedere con Marotta. Avrei preso chiunque ma non Sarri”

Cobolli Gigli che attacco a Paratici e Sarri: “Lui è un presuntuoso, nulla a che vedere con Marotta. Avrei preso chiunque ma non Sarri”

L’ex presidente della Juve ha rilasciato delle dichiarazioni

di redazionejuvenews

TORINO – L’ex presidente della Juve, Giovanni Cobolli Gigli, ha rilasciato delle dichiarazioni ai microfoni di Radio Punto Nuovo, dove ha parlato del mercato della Vecchia Signora, senza risparmiare commenti accusatori nei confronti del ds bianconero, Fabio Paratici.

SUL MERCATO – “Il problema Emre Can nasce da un mercato mal gestito da Paratici. Marotta non si sarebbe mai comportato cosi! Giocatori come  Emre Can e Mandzukic non possono essere esclusi, Dybala è stato inserito nella lista Champions solo perché non sono riusciti a venderlo”.

SU PARATICI – Agnelli e Paratici hanno sbagliato, il primo  ha lasciato all’altro troppo margine di scelta. I giocatori sanno che, se giocano bene, possono trovare altre squadre interessate a loro a gennaio, magari anche più prestigiose. Marotta è riuscito a sistemare Icardi perché ci sa fare, Paratici invece no, è un presuntuoso”.

SU SARRI – “È risaputo che io non abbia grande stima per Sarri.  Non posso nascondere che sia con il Napoli che con il Chelsea, ha fatto molto bene, ma c’erano altri allenatori che potevano essere scelti al suo posto.  Guardiola, per dirne uno. Sono uno che non dimentica, ricordo gesti e parole di Sarri. In quei casi ha esagerato e non penso possa cambiare, ha un’età e non succederà. Vediamo cosa farà come tecnico”. Ma attenzione perché, proprio in questi minuti, sta esplodendo un putiferio in casa bianconera. Tifosi infuriati e web impazzito: nasce la clamorosa proposta di uno scambio folle sui social! >>>VAI ALLA NOTIZIA

4 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. davidnullo - 2 settimane fa

    Una barzelletta vivente. Ha fatto parte della peggiore dirigenza della storia della Juve. Ha lasciato la Juve con un settimo posto e 95milioni di debiti e qualcuno ha ancora il coraggio di mettergli un microfono davanti????

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. remo.petit_853 - 2 settimane fa

      Quoto al 100%

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. punellin_3515510 - 2 settimane fa

    Fortuna che ha lasciato nel 2009, tipico italicus che capisce ben poco di calcio.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. gioia.mari_576 - 2 settimane fa

    Cobolli era presidente nel 2006, giusto? Perchè parla ancora di calcio?

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy