JuveNews.eu
I migliori video scelti dal nostro canale

news

Juventus-Inter, la probabile formazione bianconera: tornano Szczesny e Alex Sandro

Alex Sandro in azione

Il possibile undici bianconero

redazionejuvenews

Domani alle 18.00, all'Allianz Stadium di Torino, andrà in scena il derby d'Italia tra Juventus ed Inter. Una partita ricca di significato storico ma che, a due giornate dalla fine con i nerazzurri già campioni d'Italia, sarà più importante sicuramente per Cristiano Ronaldo e compagni. I bianconeri vengono dal successo esterno conquistato sul campo del Sassuolo nella serata di mercoledì, che ha in parte riscattato il deludente insuccesso contro il Milan, tenendo vive le speranze di qualificazione alla prossima edizione della Champions League. A 180 minuti dal termine, la "Vecchia Signora" si trova al quinto posto in classifica ad un punto di distanza dal Napoli quarto, che ha dalla sua anche gli scontri diretti.

Nella classica conferenza stampa della vigilia, mister Andrea Pirlo ha fornito alcune indicazioni circa la formazione che scenderà in campo domani sera. Tra i pali il ritorno di Szczesny in sostituzione di Buffon. Linea difensiva a quattro dove l'unico titolare sicuro è Alex Sandro, che salterà per squalifica la finale di Coppa Italia di mercoledì prossimo. Sulla destra Cuadrado favorito su Danilo, mentre De Ligt e Demiral potrebbero formare la linea difensiva centrale. Il turco, come riferito dal tecnico "ha recuperato dall'infortunio, si sta allenando con la squadra da un paio di settimane. É a disposizione e potrebbe anche iniziare dal primo minuto". A centrocampo, Chiesa favorito per un posto sulla fascia destra, con Kulusevski che dovrebbe invece agire dalla parte opposta del campo.

Linea mediana che dovrebbe poi rivedere il ritorno dal primo minuto di Bentancur in coppia con Rabiot, con Arthur destinato invece ad accomodarsi in panchina. In avanti, come sempre, l'unico sicuro del posto è Cristiano Ronaldo, mentre Dybala e Morata si giocano l'ultima maglia a disposizione (al momento l'argentino parte avanti).