news

Allegri: “Dobbiamo sistemare la classifica, dimentichiamo mercoledì”

Massimiliano Allegri

Le parole del tecnico

redazionejuvenews

Dopo la vittoria contro il Chelsea in Champions League, la Juventus è pronta a rituffarsi nel campionato, dove è attesa dal derby contro il Torino. Una partita improntate, da non sbagliare per non perdere il trend positivo delle ultime tre uscite, che hanno visto i bianconeri ottenere bottino pieno. Il tecnico della Vecchia Signora Massimiliano Allegri parla dalla sala stampa dell'Allianz Stadium per presentare la stracittadina il programma domani allo Stadio Grande Torino.

TORINO - "Domani tornano i tifosi dopo un anno e mezzo, sarà una bella partita. Noi dobbiamo sistemare la classifica, abbiamo la possibilità di farlo, dobbiamo darle un altro colpettino. Il Torino è una squadra che corre e pressa, Juric sta facendo un ottimo lavoro, ha trasmesso alla squadra dei concetti che si incarnano molto in quello che è lo spirito del Toro. Per noi sarà molto complicata, dovremo avere pazienza, perchè il Torino fino ad ora è quella che ha concesso meno tiri e meno occasioni agli avversari. Bisogna stare dentro la partita per 95 minuti sapendo che è una partita dove bisogna ribattere colpo su colpo".

FORMAZIONE - "Al momento sicuri sono Szczesny e Chiellini, poi devo vedere oggi. Da ieri a oggi abbiamo recuperato, abbiamo un altro giorno fino a domani alle 18, chi starà meglio andrà in campo".

JUVE - "Con il Chelsea c'erano assenza a cui abbiamo sopperito bene, perchè Chiesa ha fatto bene da centravanti. Ci sono centravanti che servono in alcune partite altri in altre, dipende molto dall'avversario e dalle partite. Ci vuole equilibrio come sempre, l'altra sera è andata bene, domani bisognerà fare in un altro modo e vediamo. Penso sarà una partita con ritmo e spazi, loro giocano a uomo a tutto campo e dovremo essere bravi a trovare gli spazi".

CHELSEA - "La partita che abbiamo fatto mercoledì, con molti errori tecnici all'inizio, è stata interpretata in maniera giusta per 70 minuti, e altre volte ci capita di farlo per 20. Bisogna capire che quando c'è da difendere in un certo modo bisogna farlo, che duri 5, 10 o 60 minuti. L'atteggiamento deve essere quello in fase difensiva e migliore in fase offensiva".

ARTHUR - "Ieri ha fatto allenamento con la squadra, il secondo, domani può essere che lui e Kaio Jorge verranno in panchina, visto che veniamo da tante sfide. Arthur è un giocatore tecnico e di palleggio che alza il livello della squadra".

ALEX SANDRO - "Siamo al quinto anno che siamo insieme, ci sono annate che vanno più storte ma è un giocatore di valore assoluto, è il terzino titolare della Nazionale brasiliana. Siamo all'inizio, la partita di mercoledì ha dato soddisfazione e gioia anche a me, e sono contento dell'entusiasmo e della passione dei tifosi".

DERBY - "Dobbiamo sapere che affrontiamo una squadra che corre e pressa, che domani farà la partita della vita, come sempre per loro. Noi dobbiamo giocare una partita sotto tutti i punti di vista meglio di mercoledì perchè sarà ancora più difficile".

BERNARDESCHI - "Mercoledì ha fatto una bella partita, ma ho sempre detto che per lui è una questione fisica. Poi all'interno della sua prestazione ha messo un assist bellissimo, ma non si deve accontentare di quella. Quello che è stato fatto mercoledì va messo da parte, da oggi la testa deve essere al derby perchè dobbiamo recuperare la classifica. La prima sosta l'abbiamo passata male, cerchiamo di passare questa in maniera migliore".

SCELTE - "Oggi vedrò la squadra e deciderò, certo è che c'è un'energia positiva che va sfruttata".

CENTROCAMPO - "Bentancur e Locatelli non hanno mai gestito un centrocampo da soli, Bentancur ha più bisogno dei due di qualcuno che organizza il gioco vicino. Entrambi hanno fatto un'ottima prestazione, cattiva anche fisicamente. Sono ragazzi che giocando cresceranno, poi più giocano insieme più si conoscono, più le cose vengono fatte meglio".

TATTICA - "Noi dobbiamo considerare il momento: in campionato siamo in ritardo, per noi sono piccole finali per risistemare la classifica, e domani possiamo farlo. Il Torino ha preso solo 6 gol, e non succedeva da anni, quindi giocare contro di loro non è facile, ma è una partita diversa da quella contro il Chelsea".

SUDAMERICANI - "Gli italiani rientrano domenica prossima e li avrò a disposizione tutta la settimana, i sudamericani arriveranno venerdì, giocando domenica sera li avremo a disposizione".