Juventus-Atalanta, Allegri: “No Barça e Real, ho una rosa straordinaria”

Juventus-Atalanta, Allegri: “No Barça e Real, ho una rosa straordinaria”

L’allenatore bianconero ha parlato dopo il successo contro i nerazzurri

di redazionejuvenews

TORINO – Dopo la vittoria nel recupero contro l’Atalanta, l’allenatore della Juventus Massimiliano Allegri ha parlato ai microfoni di Premium Sport: “C’è da fare i complimenti ai ragazzi per la vittoria e per non aver subito gol contro una squadra forte come l’Atalanta, che ha qualità. Abbiamo iniziato con un andamento lento, poi abbiamo accelerato e portato a casa la partita. I numeri sono importanti ma fini a sé stessi, bisogna rimanere sereni e continuare a lavorare, sabato abbiamo l’ultima prima della sosta e vincere a Ferrara non sarà facile, ci vorrà grande rispetto. Bisogna vivere questo momento della stagione con serenità, senza esaltarci lavorando sulle cose da migliorare. Per giocare con quattro giocatori offensivi hai il vantaggio di gestire meglio la palla, ma chiaramente ci vuole grande disponibilità a livello difensivo. Higuain ha tirato fuori le sue qualità e le sue caratteristiche di inizio carriera, oltre che come goleador gioca benissimo anche da regista offensivo ed è un calciatore fondamentale. La miglior difesa è l’indicatore che mi interessa di più, una squadra come la nostra riesce a fare gol e non subirne è fondamentale. Mancano trenta punti e ci sono dieci partite da giocare, Benatia ha rischiato di prendere un rosso e rimanere in diffida e non giocare sabato. Non è un tentativo di allungo, dobbiamo continuare a vincere perché non ci possiamo permettere dei passi falsi, abbiamo giocato un’infinità di partite e fortunatamente abbiamo una grande rosa. Dobbiamo pensare che la pratica Scudetto non è risolta, bisogna alzare l’asticella perché c’è la Champions e la finale di Coppa Italia per raggiungere i nostri obiettivi. Dybala ha fatto una buona partita, ci cuce il gioco e sta molto meglio fisicamente. Chi evitare al sorteggio? Sono otto anni che vado avanti col Barcellona, mi possono dare un anno di riposo, penso però che la favorita è il Real perché non può vincere la Liga e sta crescendo fisicamente. La Roma? Penso che bisogna fare i complimenti per aver raggiunto i quarti dopo tanti anni, è un risultato importante per il calcio italiano, sento molto denigrare i calciatori e il calcio italiano, c’è una cultura su cui bisogna lavorare e migliorare”

TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE: 

JUVE, COLPO A SORPRESA DAL MERCATO

INFORTUNI JUVE, IL BOLLETTINO MEDICO

JUVE, PIACE BELLERIN: L’ARSENAL LO VENDE, MA…

SEGUICI SU: Facebook / Twitter / Instagram

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy