Italia-Ucraina 1-1: non basta il gol segnato da Bernardeschi

Italia-Ucraina 1-1: non basta il gol segnato da Bernardeschi

L’Italia del ct Mancini non va oltre un pareggio per 1 a 1 nell’amichevole contro l’Ucraina disputata a Genova

di redazionejuvenews

 

L’Italia non va oltre l’1 a 1 nell’amichevole di Genova contro l’Ucraina facendosi rimontare il vantaggio firmato da Bernardeschi in avvio di ripresa dal gol di Malinovski. La squadra di Mancini ha convinto disputando un ottimo primo tempo ma, dopo aver subito il pareggio, è praticamente sparita dal campo.

Gli azzurri partono subito fortissimo sfiorando il vantaggio due volte nel giro di un minuto prima con Bernardeschi e poi con una stupenda semirovesciata di Bonucci che Pyatov è riuscito in entrambi i casi a deviare in corner con due ottimi interventi in tuffo. Gli ospiti riescono a prendere un pò le misure agli scatenati ragazzi di Mancini che però non mollano e provano ad attaccare a testa andando ancora una volta vicino al gol ancora in due occasioni prima con un tiro a giro di Insigne uscito di pochissimo e poi con un bel tentativo dell’intraprendente esordiente Barella che il portiere ospite ha alzato oltre la traversa. Un minuto dopo l’Ucraina è finalmente riuscita a concludere verso lo specchio azzurro da posizione defiltata con Konoplianka ma Donnarumma ha respinto con un bel tuffo il rasoterra del numero 10. L’attacco azzurro continua a funzionare nonostante il passare dei minuti come al 37′ quando il due Insigne-Chiesa confeziona una combinazione che permette all’attaccante della Fiorentina di calciare dai pressi del limite dell’area di rigore ma Pyatov per l’ennesima volta ha respinto in corner. Prima del duplice fischio di chiusura, proprio nei minuti di recuper, Donnarumma si è dovuto nuovamente impegnare per bloccare a terra il tentativo di Marlos che aveva chiuso una bella azione personale con un rasoterra velenoso.
La ripresa si apre col vantaggio azzurro che arriva al 55′ quando Bernardeschi ha calciato da fuori area sorprendendo il colpevole Pyatov che non è riuscito a trattenere la palla che si è così insaccata in rete. Il vantaggio però non dura molto perchè al 62′ sugli sviluppi di un calcio d’angolo, Burda ha fatto un’intelligente sponda aerea per Malinovski che si è coordinato al centro dell’area trovando il gol con una perfetta mezza girata volante. L’Italia accusa il colpo e fatica a reagire ed anzi rischia di capitolare nuovamente al 71′ quando lo stesso Malinovski ha calciato con potenza una punizione che è stata respinta dalla traversa a Donnarumma ormai superato. La squadra guidata da Shevchenko ora ci crede e sfiora il vantaggio anche al 79′ quando Tsymankov ha tentato un velenoso rasoterra da fuori area che è uscito dopo aver sfiorato il palo. Nel finale c’è stato il tempo per la solita girandola di cambi e l’esordio per Piccini che ha rilevato Florenzi.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy