Cristiano Ronaldo: “Temevo mi avrebbero fischiato tutti in Inghilterra”.

Cristiano Ronaldo: “Temevo mi avrebbero fischiato tutti in Inghilterra”.

Cristiano Ronaldo ha rilasciato un’intervista al canale Youtube Gol Hanger nella quale ha parlato dell’episodio accaduto nel mondiale 2006

di redazionejuvenews

Cristiano Ronaldo ha rilasciato un’intervista al canale Youtube Goal Hanger nella quale ha parlato dell’episodio avvenuto ai mondiali del 2006 quando il suo Portogallo incontro l’Inghilterra. Durante il match, che costò l’eliminazione degli inglesi, il suo compagno di squadra Rooney dopo un contrasto con Ricardo Carvahlo che costò il cartellino rosso all’attaccante. Nel momento in cui il numero 10 si allontanava dal campo, le telecamere hanno però ripreso Cristiano Ronaldo che strizzava l’occhiolino verso la sua panchina facendo scattare l’ira degli inglesi e creando un clima di ostilità nei confronti di CR7 che dopo un mese sarebbe dovuto tornare a giocare a Manchester.

Ecco cosa ha dichiarato il fenomeno portoghese: “Per me è stato un momento complicato. Hanno fatto tanto rumore quando ho fatto l’occhiolino, ma non era dovuto all’espulsione di Rooney quanto a un’altra situazione. I media hanno fatto una tragedia che non è mai esistita. Temevo che in Inghilterra le persone mi avrebbero fischiato in tutti gli stadi. Di quell’espulsione ho parlato con Rooney quando sono tornato a Manchester. Siamo ancora amici, ne parliamo e lui ha capito il mio punto di vista. Mi ha detto: “Cristiano, il passato è passato, parliamo del presente e vinciamo trofei insieme”. Mi manca, in futuro, chissà, potremmo giocare di nuovo insieme. Wayne è un ragazzo fantastico. Tra compagni lo chiamavamo sempre ‘il pitbull’. Ricordo che quando perdeva la palla era così potente nel cercare di riconquistarla”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy