Oggi è “La Notte”: la Champions chiama, la Juve deve rispondere

Oggi è “La Notte”: la Champions chiama, la Juve deve rispondere

Dopo le delusioni di Berlino e Monaco, Allegri vuole arrivare fino in fondo in Europa e la partita di oggi è fondamentale per mandare un messaggio a tutti

di redazionejuvenews

TORINO – “Tonight is the night”. Questo è il must che viene usato molto spesso in America quando si parla di notti come quella di oggi. Oggi è la notte, anzi “La Notte”. Il match della verità, la partita che può cambiare il destino della Juve in quella competizione, la Champions, che a 21 anni dall’ultimo successo rischia di diventare un’ossessione. Rischia, per ora, perché Buffon a parole ha più volte sottolineato come la voglia di vincere la Champions non sia una vera e propria ossessione. Ventuno anni d’astinenza sono troppi per un club come la Juve, le quattro finali perse negli ultimi 20 anni pesano in casa bianconera. C’è voglia di riscatto anche per il recente passato, si vogliono cancellare le delusioni dell’ultimo biennio, rispettivamente a Berlino e Monaco di Baviera.

RISPOSTE INDIVIDUALI – In tanti devono rispondere, anche singolarmente. La campagna acquisti estiva, incentrata su Gonzalo Higuain e Miralem Pjanic, dovrà rispondere presente. Troppo spesso il Pipita è stato accusato di “fallire i grandi obiettivi”, i quattro gol negli ultimi 180 minuti e la doppietta pesantissima del San Paolo in Coppa Italia sono il modo migliore per arrivare alla sfida con il Barça. Percorso opposto per Pjanic, che negli ultimi 180 minuti ha quasi solamente riposato (eccezion fatta per l’ultimo spezzone di gara al San Paolo), con il bosniaco che va alla disperata ricerca del primo trofeo in Italia dopo anni di delusioni in giallorosso. Infine il “promesso sposo” del Barcellona, quel Paulo Dybala che potrebbe prendersi il palcoscenico europeo dando un calcio alla sua futura sposa per dire un grande sì alla Vecchia Signora.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy