Allegri:”Serviva pazienza e alla fine abbiamo vinto uno scontro diretto. Ronaldo? E’ intelligente, lavora bene”

Massimiliano Allegri nel post partita di Juve-Lazio

di redazionejuvenews

 

Massimiliano Allegri soddisfatto della sua Juve, ma c’è da lavorare

 

Juve-Lazio: Ai microfoni di Sky Massimiliano Allegri ha parlato nel post partita di Juve-Lazio commentando la prestazione dei bianconeri: “E’ stata una gara diversa per impatto rispetto a Verona. Abbiamo avuto fretta inizialmente. Il pericolo era andare dietro all’entusiasmo dell’ambiente per la prima in casa di Cristiano. Serviva pazienza. E’ dura senza Dybala giocare tra le linee, ma abbiamo fatto bene, concedendo poco e ripartendo meglio. La condizione migliora, abbiamo vinto il primo scontro diretto. Passiamo dalla frenesia al sonno. Bisogna essere veloci nella consegna della palla quando gli altri sono stanchi, si creano spazi per le occasioni. Cancelo è un giocatore nuovo, Ronaldo è nuovo, Bonucci torna dopo un anno… Serve tempo, Emre Can e Bentancur sono entrati bene come Douglas Costa. Abbiamo iniziato bene, lavoriamo su palleggio e sicurezza. Non era semplice, la Lazio gioca sulle ripartenze e i centrali sono stati bravi. Le prime è dura perchè qualcuno rimarrà fermo. Da settembre giocheremo ogni tre giorni e ci sarà rotazione. Non devo dire nulla, sono grandissimi giocatori. L’undici è la spiegazione della partita a livello tecnico. I cambi devono farsi trovare pronti che la gara vada in un modo previsto o altro. Conta il campo, oggi servivano certi giocatori, sabato magari torneremo con più giocatori offensivi. La stagione è fatta di momenti”. Su Dybala dice: “Da qualità tra le linee in modo straordinario. Lui, con gli altri Mondiali, è arrivato il 30 luglio, poi sono arrivati Mandzukic e Matuidi, ma quest’ultimo sta già bene. Dipende dalla disponibilità dei giocatori, serve tecnica ed equilibrio, possiamo giocare con cinque tecnici offensivi come sempre. Purtroppo ho solo tre cambi e dispiace lasciare fuori qualcuno”. Su Ronaldo invece commenta: “Lui, Paulo e Douglas Costa vanno in verticale. Khedira e Matuidi danno pressione e giocano in modo diverso. Cristiano è molto intelligente, capisce che qui è diverso rispetto alla Spagna. Ha lavorato bene in fase difensiva, aspettiamo tutti il gol”. Intanto continua l’effetto CR7…>>>CONTINUA A LEGGERE

 

allegri
Massimiliano Allegri

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy