Scholes: “Pogba alla Juventus ha fatto bene grazie ad Allegri, ora pensa che tutti debbano correre per lui”

Scholes: “Pogba alla Juventus ha fatto bene grazie ad Allegri, ora pensa che tutti debbano correre per lui”

L’ex giocatore ha parlato

di redazionejuvenews
Scholes

TORINO – L’ex giocatore del Manchester United Paul Scholes ha parlato alla Premier League Production.

Uno Juventino vero fa colazione con caffè e Gazzetta! Risparmia il 50% sull’edizione digitale! Segui la Juventus ogni giorno con l’edizione digitale della Gazzetta dello Sport a 9,99 al mese anziché 19,99.

“C’è confusione a centrocampo. Pogba andrà via o resterà. Negli anni passati, lo United ha perso i migliori giocatori e non ha avuto alcun effetto su di loro. Pensi a Roy Keane, David Beckham, Cristiano, Van Nistelrooy. Tutti i migliori giocatori hanno lasciato il club. Se ha un manager abbastanza forte con lui, come era con Allegri alla Juventus e i giocatori con cui era lì, ha fatto un grande lavoro in quella squadra. Allo United ha lavorato al contrario. Ho la sensazione che sia arrivato in questo club e pensa di essere il pesce grosso, ha bisogno di essere il protagonista ogni settimana, fa cose che non ha bisogno di fare su un campo da calcio. I suoi punti di forza sono correre, passare la palla, entrare in area, segnare gol, fare assist. Una volta che inizia a battere le mani e cerca di saltare gli avversari, è facile giocarci contro. Se passa la palla in avanti e corre, non c’è nessuno al mondo che possa stare con lui. È esattamente quello che ha fatto alla Juventus, ma aveva giocatori forti intorno a lui, aveva Chiellini, Pirlo, grandi giocatori. Ha quasi corso per loro. Ora pensa che tutti debbano fare il suo lavoro per lui e questo gli sta andando contro. Sappiamo cosa può fare e sappiamo di cosa è capace. Non appena complica il suo gioco, non fa il bene della sua squadra”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy