Pjanic: “Alla Juve sono diventato migliore, Ronaldo ci darà tanto”

Il serbo ha parlato a JTV

di redazionejuvenews

TORINO – Il centrocampista della Juventus Miralem Pjanic ha parlato ai microfoni di JTV, poco prima di iniziare l’allenamento.

“Miralem, squadra nuova però già un bell’inizio. Sei punti in due partite, tra l’altro con il tuo gol bellissimo che ha aperto la vittoria contro la Lazio.”

“Sì, sono molto contento che abbiamo iniziato con due vittorie. L’inizio del campionato non è mai semplice perché arrivano nuovi giocatori, poi la preparazione sicuramente è sempre molto dura e di brillantezza non siamo ancora al massimo. Però l’importante è continuare a vincere perché sono sicuro che la squadra piano piano rientrerà pure in una forma migliore e ci divertiremo ancora di più sul campo.”

Miralem, stai diventando uno specialista nelle conclusioni che vanno in gol da fuori area. Il gol contro la Lazio molto bello, si può anche accostare, seppur sia diverso, a quello del derby contro il Torino. Ma punizioni a parte ci hai preso gusto: qual è il tuo gol più bello dei sedici fatti con la Juve?

È vero che quello col Toro era bello, poi è un derby ed è sempre speciale, ma devo dire che quello con la Lazio è stato un bel gol perché non era semplice. La palla era abbastanza alta e sono riuscito a metterla lì dove pensavo, dove volevo. Molto contento di aver segnato il primo gol della stagione a casa e soprattutto aver vinto contro una squadra che metterà tante squadre in difficoltà.

Se dovessi spiegarlo a un bambino, tecnicamente, qual è la cosa più difficile da fare in quel gol? La posizione, la postura, il piede?

La coordinazione penso, soprattutto. Devi ripetere i gesti, poi la tecnica è molto importante, io forse da questo lato mi facilita qualcosa, e in altri lati non sono al top, ma lì riesco forse a fare queste giocate. Ma è un gesto che durante le settimane non proviamo in questo modo, ma proviamo con i cross, di prima, a ripetizione, e poi mi viene il gesto naturale.

Miralem, hai dedicato questo gol ai tifosi, alla società, alla squadra, alla tua famiglia, insomma un po’ a tutto il tuo mondo. Hai da poco rinnovato il contratto, quindi immagino la tua felicità, ma cosa è cambiato nella tua vita bianconera rispetto al tuo passato calcistico?

Sono cresciuto veramente tanto qui alla Juventus. Ho dedicato alla società, ai tifosi e ai miei compagni perché da quando sono qui come ho detto sono riuscito a superarmi e diventare qualcuno ancora migliore rispetto al passato. Era esattamente quello che cercavo cambiando squadra. Alla Juve si impara questo e l’ho dedicato alla società  che mi ha dato fiducia per continuare l’avventura con questo grandissimo club e spero che continueremo a vincere tanti trofei insieme. Spero che potremo vincerne ancora di più importanti rispetto a quelli che stiamo vincendo ultimamente. Non è mai semplice, ma abbiamo una rosa molto importante con in testa grandissimi obiettivi. Penso che tutti uniti, i tifosi, la società, noi squadra, potremo raggiungere tutto questo, perché come ho detto la Juve è un club che punta a vincere tutto e mette tutto per riuscire a vincere.

L’ultimissima curiosità che hanno anche i nostri tifosi. Ci avete raccontato nelle ultimissime stagioni che il giovedì tra te e Paulo c’era una bella gara di punizioni in allenamento. Si è aggiunto Ronaldo?

Sì, si è aggiunto Cristiano e devo ammettere che le calcia molto bene. Ci darà tanto e siamo molto felici di averlo con noi. Gli ultimi anni ha dimostrato di essere il migliore al mondo e averlo con noi è molto importante e potremo solo trarne beneficio da quello che ci darà. Io spero che lui si trovi bene con noi, ma parlandoci è molto contento di essere qui, quindi speriamo che in futuro come ha sempre fatto ci dia quello che ha sempre dato negli altri club.

RIVIVI IL LIVE – Calciomercato Juventus: Addio Marchisio, preso Israel, Clemenza e Vogliacco al Padova

Juvenews.eu

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy