Paratici: “Lewandowski è stato vicino alla Juve”

Paratici: “Lewandowski è stato vicino alla Juve”

Fabio Paratici è intervenuto al programma polacco condotto dal portiere bianconero Szczesny svelando un retroscena di mercato

di redazionejuvenews
Calciomercato Juventus, colpo Paratici: blitz per un gioiello a parametro zero.

Fabio Paratici è intervenuto al programma polacco “Prosto w Szczenę” condotto dal portiere bianconero Szczesny parlando di mercato e delle

strategie seguite dalla società bianconere. Ecco cosa ha detto: “Noi visioniamo sempre tanti giocatori dell’est Europa, tra questi c’è stato in passato anche Lewandowski. Lo volevano Genoa e Sampdoria, la scelta era tra lui e Blaszczykowski. Alla fine vollero andare al Borussia, anche per una questione di lingua. Si capiva già a quel tempo fosse un top player, a Dortmund è cresciuto tantissimo in una stagione. Szczesny? Lo conosco da tanto tempo, era un talento già nell’Under 16. Come cerchiamo i giocatori? Non ho tanti scout, ce ne sono solo 3 e un capo nella prima squadra. Se ci sono tante persone è difficile scegliere di chi fidarsi. Noi seguiamo tanti giocatori nell’est Europa, è il nostro lavoro. Quando ero alla Samp era più semplice, alla Juve per i giovani è difficile imporsi. Per questo li diamo in prestito e vediamo se possono rientrare. In Polonia ci sono ottimi portieri, in Francia centrocampisti forti. Gli esterni li trovi in Brasile, quelli avanzati in Olanda. I giocatori vengono definiti dalla scuola calcistica a cui appartengono. Vent’anni fa in Brasile non trovavi portieri alti, di grossa statura. Oggi invece trovi Ederson, Alisson e Dida. Il ruolo più raro? Il difensore centrale. Quasi tutte le formazioni fanno un bel calcio, ed è una cosa positiva, ma credo si sia perso il senso della difesa, del lottare come fanno ad esempio Chiellini o Caceres”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy