Malagò: “Siamo in una fase di dialogo, Ancelotti ha ragione ma le leggi vanno rispettate”

Malagò: “Siamo in una fase di dialogo, Ancelotti ha ragione ma le leggi vanno rispettate”

Il presidente ha parlato

di redazionejuvenews

TORINO – Il Presidente del CONI Giovanni Malagò ha parlato a Il Corriere dello Sport. 

“Sono poco filosofo e molto pragmatico. Oggi siamo in una fase di grandissimo dialogo. Era giusto allora esprimere le contrarietà, così come oggi è giusto parlare. Ho molto apprezzato Giorgetti quando ripete che non può esserci un governo che non dialoghi col Coni e viceversa”.

“Trovo riduttivo fare un discorso solo di soldi. Conta il perimetro del ruolo. Il resto, consegue. Il problema è di chi fa cosa e di chi non lo fa. Su questo c’è sintonia. L’indipendenza dello sport la debbono e la vogliono riconoscere”.

“Zaniolo? L’ho detto in epoca non sospetta: mi ricorda metà Totti e metà Kakà…Hai saputo di Allan? Il Napoli ha chiesto 120 milioni …Giocatore impressionante, dopo Cristiano Ronaldo il più importante del campionato”.

“Aurelio è un amico di famiglia. Lui ha il modella della franchigia NBA. Se potesse, iscriverebbe il Napoli alla Bundesliga. Le radici del nostro calcio sono di avere il Frosinone, ma oggi la forbice tra grandi e piccole si è molto allargata. Vale nel calcio come nella società. Non è bello, ma è un dato di fatto”.

“Sto tutta la vita dalla parte di Koulibaly, con il cuore e con la pancia concordo con Ancelotti, ma le leggi vanno rispettate. Se no, salta il banco”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy