Esclusiva JN/ Suarez: “Lo Scudetto del 2006? Io non l’avrei preso. Dybala? Ecco dove sbaglia la Juventus”

Esclusiva JN/ Suarez: “Lo Scudetto del 2006? Io non l’avrei preso. Dybala? Ecco dove sbaglia la Juventus”

Ecco le parole dell’ex fuoriclasse dell’Inter.

di redazionejuvenews

TORINO- Domani sera alle ore 20:45 lo Juventus Stadium sarà teatro di una sfida che si preannuncia spettacolare. La Juventus di Massimiliano Allegri ospiterà l’Inter, rigenerata, da Stefano Pioli in un match importantissimo per entrambe: per i bianconeri una vittoria significherebbe dare uno strappo ulteriore al campionato, mentre per i nerazzurri vorrebbe dire interrompere la striscia di 27 vittorie consecutive in casa per la Vecchia Signora.

Luis Suarez, ha giocato nell’Inter di Herrera e in più di una circostanza ha sfidato la Juventus. Tra l’altro, l’ex fuoriclasse spagnolo, recentemente, ha dichiarato che in passato fu vicino ai bianconeri prima di approdare in nerazzurro. In esclusivo per Juvenews.eu, Suarez ha presentato il match di domani sera, ha parlato della sfida tra bomber, Higuain vs Icardi ed ha parlato delle possibilità dei bianconeri di vincere la Champions League:

Suarez, che partita si aspetta domani sera? “Penso che sarà una bella partita perché entrambe sono in un buon momento e poi c’è questa grande rivalità da anni che alimenta ancora più interesse e curiosità. La Juventus vorrà ribadire la sua forza in casa mentre i nerazzurri dovranno fare una grande partita per batterla: gli ingredienti perché esca fuori un bel match ci sono tutti”.

Se si dovesse sbilanciare con un pronostico? Nonostante la mia fede nerazzurra, io punto al pareggio. Per l’Inter sarebbe importante uscire da Torino con un risultato positivo perché darebbe ulteriore morale per rifare una striscia di vittorie. L’obiettivo dei nerazzurri è quello di non perdere contatto con chi le sta davanti, la Juventus è molto forte e ripeto un pareggio sarebbe buono per l’Inter”.

Quando si parla di Juventus-Inter tornano alla memoria il contatto Iuliano-Ronaldo nel 1998 e Calciopoli, lei pensa si arrivato il momento di metterci una pietra sopra? “Io penso che si giusto parlarne, soprattutto a ridosso della partita, perché queste sono cose che rimangono nella storia. Quello che dico io che poi non bisogna esagerare, cil che è stato è stato, ora bisogna guardare al presente e al futuro, perché queste cose servono solo a fomentare la rabbia soprattutto dei tifosi”.

Chiellini ha dichiarato che dopo Calciopoli non sarebbe mai andato all’Inter, Nedved ha detto invece che non avrebbe mai accettato lo Scudetto a tavolino nel 2005-2006: lei da tifoso nerazzurro come si pone? “Io dello Scudetto vinto a tavolino ne ho già parlato a suo tempo: io non l’avrei preso. Lo hanno tolto alla Juventus ma io non l’ho mai vinto e non lo prendo. Questa è una mia opinione personale, non vado a guardare l’articolo 18. La giustizia ha deciso che andava tolto alla Juventus ma non andava assegnato a nessuno, io da interista non l’avrei preso”.

Juventus-Inter sarà anche la sfida tra Higuain e Icardi: “Questa sarà una bella lotta, sono due calciatori che se li metti in condizioni di fare bene sono pericolosissimi. Credo che una fetta grande della partita si giocherà in attacco: nel calcio se fai tutto bene ma se poi non fai gol resti sempre una squadra incompiuta”.

La Juventus può vincere la Champions League? “Ha un bell’esame di maturità, è arrivata in finale due anni fa, vorrà ripetersi e sarebbe il coronamento del grande lavoro fatto. La Juventus è una grande squadra, una grande società, però gli manca quella sicurezza in campo europeo che solo la conquista della Champions League ti può dare. Vincere in Europa ti fa entrare nell’elite del calcio mondiale e ti dà quella spinta che serve per andare ancora più forte. Se non ti affermi mai in Europa una mancanza resta sempre per quanto tu in Italia sia la più forte”.

Allegri sta facendo un buon lavoro alla Juventus, anche se dovesse mancare la vittoria in Europa? Allegri sta facendo bene, ha fatto bene il suo lavoro fino a questo momento. Lui sta gestendo alla grande tutti i campioni che ha in rosa, sta adattando il modulo alle loro esigenze e poi ieri ho letto una sua dichiarazione dove affermava che l’importante è che l’allenatore non faccia grossi danni perché sono i giocatori che vanno in campo. Questa cosa gli fa onore e gli voglio fare tanti complimenti per questa cosa. Lui è una persona per bene, non offende gli altri, sta sempre nella sua tana a fare il suo lavoro e lo fa alla grande”.

Dybala non ha stretto la mano ad Allegri alimentando polemiche, lei cosa pensa di questa cosa? L’argentino può diventare un campione? “Non dovrebbe succedere ma capita. Questo ragazzo sta diventando un grande calciatore e ha smania di fare bene e di giocare sempre. Mi è piaciuto tanto Allegri che ha dichiarato che la mancanza di rispetto più grande ce l’hai verso chi entra, perché è come se lo stessi sminuendo ma credo che un piccolo errore ci possa stare da parte di un giocatore così giovane. Per me lui può diventare un grande giocatore ma voglio dire una cosa: vedendolo in televisione sembra che sia più grosso a livello di massa muscolare rispetto al passato, lo vedo anche nella corsa che è un po’ più pesante, magari non è ancora al 100% e mi sbaglio. Non vorrei però che lo stessero facendo lavorare troppo sul fisico facendogli perdere un po’ del suo naturale talento, che si basa sulla tecnica in velocità”.

3 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Stan - 3 anni fa

    Suarez ha ragione, dybala è più lento rispetto a quando arrivò dal Palermo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. stefanodacort_410 - 3 anni fa

    Quello che dice Suarez su Dybala è preoccupante,perchè lo vede troppo aumentato nella massa muscolare.
    Ma le stesse cose non le diceva Zeman sulla farmacia che entra negli spogliatoi ?
    Quando Del Piero o Vialli improvvisamente diventarono come Schwarzenegger ?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. maanci1_240 - 3 anni fa

      andate a ca..e

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy