Esclusiva JN/ Cabrini: “Errore cedere Pogba? La società ha fatto bene. La Juve può vincere in Champions se…”

Esclusiva JN/ Cabrini: “Errore cedere Pogba? La società ha fatto bene. La Juve può vincere in Champions se…”

Ecco le parole dell’ex campione del mondo con l’Italia nel 1982

di redazionejuvenews
Antonio Cabrini

TORINO- Antonio Cabrini ha vestito la maglia della Juventus  dal 1976 al 1989. Con la Vecchia Signora ha vinto praticamente tutto: 6 Scudetti, 2 Coppe Italia, una Coppa dei Campioni, una Coppa Uefa, una Supercoppa Europea, una Coppa delle Coppe e una Coppa Intercontinentale.

Il classe 57 si è anche laureato campione del mondo con l’Italia nel 1982 e con la maglia azzurra ha messo insieme 73 presenze e 9 reti al suo attivo. In esclusiva per Juvenews.eu, Cabrini ha parlato dell’imminente sfida tra Juventus e Milan, di Champions League e di mercato.

Cabrini, chi passerà il turno in Coppa Italia tra Juventus e Milan? “La Juventus in casa è un rullo compressore e l’effetto dello Stadium si fa sentire visto che vince sempre in casa. Queste però sono solo statistiche e può succedere di tutto”.

Se si dovesse sbilanciare, su chi punterebbe? “Sulla carta è favorita la Juventus, ma solo sulla carta. Non so dire chi è favorita, per me sarà una sfida aperta a tutto”.

La Juventus può vincere la Champions League? “La Champions League è un’altra storia: da ora in poi ogni partita è una finale e può succedere di tutto. Non c’è una squadra superiore alle altre, più o meno tutte sullo stesso livello. E credo che i bianconeri la possano vincere solo se giocheranno in una certa maniera e con una certa mentalità”

Col senno di poi è stato un grave errore cedere Pogba? “Scherziamo? A quelle cifre hanno fatto benissimo a venderlo, non bisogna nemmeno pensarci quando ti offrono tutti quei soldi”.

Sono stati spesi 90 milioni di euro per un giocatore vicino ai 30 anni come Higuain, ci può stare? “I bilanci li faremo a fine stagione. Per ora sta facendo molto bene: vediamo cosa avrà vinto la Juventus a fine anno e il suo rendimento, ora è prematuro parlarne”.

Crede che Roma e Napoli possano impensierire seriamente la Juventus nella lotta Scudetto? “La più forte è la Juventus anche per come ha condotto il mercato, ma può succedere di tutto, se vincesse un’altra squadra l’avrebbe comunque perso sempre la Juventus”

Il logo le piace? “Tutto cambia, anche un logo: bisogna solo abituarsi al cambiamento”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy