Esclusiva JN/ Antonio Zaza: “Il gol di Simone contro il Real? Non sono stupito. Arriverà a quota 10 reti con il Valencia”

Esclusiva JN/ Antonio Zaza: “Il gol di Simone contro il Real? Non sono stupito. Arriverà a quota 10 reti con il Valencia”

Ecco le parole del padre-agente di Simone Zaza ai microfoni di Juvenews.eu

di redazionejuvenews

Di Marco Gentile

TORINO- Simone Zaza, nel giro di tre giorni, ha segnato due reti con il Valencia. La prima domenica nel match vinto contro l’Athletic Bilbao, la seconda ancora più pesante contro la capolista Real Madrid. L’ex attaccante di Sassuolo e Juventus ha messo a segno una perla contro i blancos, un misto di coordinazione, tecnica, potenza e capacità balistica.

In esclusiva per Juvenews.eu, il padre di Simone, Antonio Zaza, ha commentato questo periodo finalmente felice per suo figlio che dopo mesi di difficoltà sembra aver trovato la sua giusta dimensione.

Zaza, come commenta questo best gol di suo figlio al Real Madrid? “Come lo commento..(ride; ndr), dico che ha fatto pienamente il suo dovere”.

Vero, ma ha segnato contro la squadra più forte di Spagna e contro una delle difese più forti al mondo, non trova? “Certo, e sono fiero di lui. Ha fatto un gran bel gol ma lui in carriera ne ha segnati diversi molto belli. Simone ha attraversato un periodo estremamente negativo ma ora si è ripreso alla grandissima e sono certo che non si fermerà qui. Nei mesi passati è stato massacrato un po’ da tutti per via di quel maledetto rigore sbagliato all’Europeo, ma ora ha trovato il sole, il clima adatto, il mare e soprattutto la fiducia da parte di tutto l’ambiente”.

Lo ha sentito questa mattina? “Naturalmente, siamo sempre in contatto. L’ho sentito ieri sera subito dopo la partita e stamattina. Era felicissimo ma credo sia normale. Aveva bisogno di scaricarsi e l’ha fatto nel migliore dei modi segnando due gol nel giro di tre giorni”.

Tornando al rigore fallito in Francia, in molti hanno criticato la sua rincorsa. Dice che l’ha fatto per irretire Neuer? “Simone i rigori li calcia così, non l’ha fatto per innervosire quel grande portiere che aveva di fronte. Secondo lei un ragazzo di 24 anni che entra in campo a fine partita, visto che mancavano 5 minuti al termine, quanto può essere colpevole? Sono situazioni non facili, lui è andato sul dischetto, ha avuto il coraggio di farlo, magari altri non se la sono sentita, e ci sta tutta, ma lui ha avuto il coraggio di farlo. Ripeto, quella rincorsa lì l’ha fatta per darsi la carica e non per irretire Neuer”.

Simone ha l’obiettivo di arrivare a quota 10 gol con il Valencia o non ci pensa? “Io sono convinto che Simone arriverà a 10 gol entro fine stagione. Conosco mio figlio e so quello che può fare. Ora che è sereno, sto proprio vedendo che è tornato ad essere l’attaccante che tutti conoscono”.

Sono arrivati i complimenti da parte della Juventus, che al momento detiene ancora il cartellino di suo figlio? “Che io sappia no, ma presumo che la Juventus sia contenta anche come ha detto lei, Simone tecnicamente è ancora di proprietà della Juventus”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy