ESCLUSIVA JN/ Rampulla: “Douglas Costa? La Juve farà il salto di qualità. Per il dopo Buffon serve qualcuno con carattere”

L’ex portiere della Juventus ha parlato in esclusiva ai nostri microfoni sulle questioni della Juventus

di redazionejuvenews

Di Stefania Palminteri

TORINO – La nostra redazione ha contattato in esclusiva Michelangelo Rampulla, ex portiere della Juventus Campione d’Europa nel 1996, per conoscere i suoi pensieri sulle questioni della Juventus e per capire come vorrebbe vedere la formazione bianconera del prossimo anno.

“Marotta ha ormai chiuso l’affare Douglas Costa. Come giudica questo acquisto? L’arrivo del brasiliano può pregiudicare quello di Bernardeschi, o i due sono compatibili?”

“Sicuramente Douglas Costa è un buon giocatore, che può dare una mano e un contributo importante alla Juventus per fare un ulteriore salto di qualità. Se Marotta e Paratici hanno puntato su di lui, vuol dire che hanno visto in lui una pedina importante, un importante innesto per la squadra. Sono dell’idea che lui e Bernardeschi possano tranquillamente giocare insieme. La Juventus vorrà provare nuovamente ad arrivare in fondo a tutte le competizioni, e servirà una rosa di 18-19 titolari, con giocatori che, anche se andranno in panchina, dovranno essere all’altezza dei titolari. Solo cosi puoi pensare di arrivare al massimo in fondo, avendo una rosa composta da quelli che vengono definiti “titolari”.

“Ieri è iniziato il ritiro dei bianconeri, e Allegri sta iniziando a lavorare prettamente con i giovani: Bentancur, Orsolini, ma anche ragazzi della Primavera. Come giudica la politica di puntare sui giovani da parte della Juventus? Posso rappresentare il futuro della squadra?”

“La Juventus ha da sempre seguito questa politica che sicuramente darà i suoi frutti come ha sempre fatto. Tutte le squadre dovrebbero prendere questo esempio e metterlo in pratica: c’è bisogno di far allenare i giovani con i grandi campioni per farli crescere bene. I giovani sono imporanti, se sei un ragazzino e stai accanto ad un campione impari tanto. Non perché il campione ti dice quello che devi fare, ma semplicemente guardandolo, standogli vicini, apprendi con gli occhi, apprendi con la testa. I giovani devono avere la capacità di sfruttare queste opportunità per capire come si gioca veramente a calcio.”

“La Juventus si sta muovendo sul mercato anche per cercare colui che prenderà il posto di Buffon. Come potrebbe essere, per un portiere, passare un anno dietro a Buffon sapendo di dover, in quello successivo, prendere il suo posto?”

“Per stare dietro a Buffon bisogna innanzitutto avere carattere. Bisogna avere una grande personalità. Se pochi in Serie A, se arrivi alla Juventus, le doti le hai sicuramente, ma per essere il dopo Buffon non basta il talento: devi avere personalità, carattere, spalle grosse, perché la gente, i tifosi, la stampa, ti perdoneranno poco. Szczesny è un ottimo portiere, ma io guarderei più ad un giovane italiano: Meret, Scuffet, lo stesso Cragno del Benevento. Io fossi nella Juve seguirei questi prospetti, stando comunque attenti al fatto che fare un anno a buoni livelli è facile, il difficile è mantenersi.”

VAI ALLA JUVENTUS DI RAMPULLA>>>

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy