ESCLUSIVA ATTILIO ROMERO: ” Belotti è un grandissimo giocatore e sta ritornando. Chiellini può decidere le partite”

ESCLUSIVA ATTILIO ROMERO: ” Belotti è un grandissimo giocatore e sta ritornando. Chiellini può decidere le partite”

L’ ex presidente del Torino, Attilio Romero, ha rilasciato delle dichiarazioni in esclusiva alla nostra redazione

di redazionejuvenews
Attilio Romero

TORINO – Tra poche ore scenderanno in campo Juventus e Torino

in quello che sarà l’anticipo serale di questa 16^ giornata di Serie A, con i bianconeri che vanno alla caccia di ulteriori 3 punti per tenere a distanza le inseguitrici. Ad analizzare quello che sarà il ‘ Derby della Mole’ è stato l’ex Presidente granata, Attilio Romero, che ha cortesemente rilasciato delle dichiarazioni in esclusiva alla nostra redazione.

Che partita deve fare il Torino per affrontare questa Juve?

” Non credo che sia semplicissimo come dilemma. Deve giocare al massimo delle sue possibilità, fare una partita come quella di Genoa con la Sampdoria o come il primo tempo contro il Milan, poi molto dipende dal Torino ma tantissimo dipende dalla Juventus. Non sono partite facili da preparare. Psicologicamente si, non c’è bisogno di motivazioni particolari, poi dal punto di vista tecnico-professionale, è tale lo squilibrio dei valori in campo”. 

Che clima si respira nella città di Torino ogni volta che si gioca il derby?

” Il clima è sempre quello di grandissime aspettative. Per il Torino come sempre è una partita determinante, nel senso che ormai siamo su valori totalmente diversi, chiaro che negli anni 70 quando anche il Toro vinceva lo scudetto erano partite più equilibrate. Adesso lo squilibrio è talmente forte, per il Torino, scusi la banalità, ma è un pò la partita dell’anno. Per la Juve no, ha decisamente altri obiettivi ma per il Toro si”. 

Quali possono essere gli uomini chiave da entrambe le parti?

” Nella Juventus gli uomini chiave possono essere chiunque. Anche Chiellini è uno che decide le partite, così come Bonucci, senza citare i nomi più celebrati come Cristiano Ronaldo, Dybala o Douglas Costa, non so la formazione comunque. Nel Torino direi chiaramente la difesa deve fare un blocco e fare la partita dell’anno e poi Iago Falque e Belotti. Naturalmente Sirigu che credo che non passerà una serata tranquilla” . 

Belotti fino a  due anni fa rientrava tra gli attaccanti più forti in circolazione, ora invece sembra essere uscito un pò fuori dal giro, lei cosa ne pensa? 

” Si, quella di 2 anni fa è stata un’annata eccezionale, però è un giocatore sempre di altissimo livello e in queste ultime partite ha fatto bene. Per gli attaccanti poi ci sono quei periodi in cui non entra neanche un tiro però credo che stia recuperando la forma migliore dopo i problemi fisici che ha avuto e sta ritornando come prima”. 

Come valuta la gestione dell’attuale Presidente del Toro, Urbano Cairo? 

Mah, credo che stia facendo bene e la squadra ha i conti apposto dal punto di vista finanziario, credo che sia tutto in ordine. Per quanto riguarda i risultati sportivi non credo che siano sfolgoranti. E’ una squadra che può arrivare sesta come può arrivare ottava. Poi se vediamo la classifica fra sesto e dodicesimo posto ci sono 2 o 3 punti per cui la differenza è minima. E’ una squadra che può tranquillamente arrivare sesta e malauguratamente decima o undicesima. Ormai il range è minimo in quella fascia di classifica”. 

Il suo derby che ricorda meglio da Presidente?

” Naturalmente quello che ricordo meglio e con più piacere è quello del 3-3. Eravamo praticamente affondati nel primo tempo, 3-0 per la Juve e poteva finire peggio. Poi nel secondo tempo dal gol di Lucarelli in poi abbiamo fatto una rimonta eccezionale. E’ sicuramente quello che ricordo con piacere maggiore. Con rigore sbagliato da Salas alla fine, con la famosa buca di Maspero. Anche il 2-2 del girone di ritorno con il gol di Maresca allo scadere. Perdevamo inizialmente, andò in vantaggio la Juve poi pareggiò Ferrante. Passammo noi con Cauet e poi ci raggiunsero loro a 10 secondi dalla fine con Maresca”. 

Che reazioni ci furono su quel gesto di Maresca?

Ci fù un po di rabbia, fastidio e irritazione però era notevole la soddisfazione di aver fatto una grandissima partita contro una grande Juve”.

Si ringrazia cortesemente Attilio Romero per la sua disponibilità. Intanto in casa Juve è pronto il prossimo colpo di mercato.>>> CONTINUA A LEGGERE 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy