Conte: “Torno in Italia per vincere, ma potrei anche scegliere di…”

Le dichiarazioni del tecnico leccese sul suo futuro prossimo.

di redazionejuvenews
Conte

TORINO – Il toto allenatori della prossima stagione si fa sempre più interessante e sulla bocca di tutti c’è sempre Antonio Conte. Ecco le sue parole, a proposito delle scelte che compierà in vista del prossimo campionato:

Uno Juventino vero fa colazione con caffè e Gazzetta! Risparmia il 50% sull’edizione digitale! Segui la Juventus ogni giorno con l’edizione digitale della Gazzetta dello Sport a 9,99 al mese anziché 19,99.

SUL SUO FUTURO – “Ci sono buone probabilità che torni ad allenare in Italia, ma anche all’estero. Ma c’è anche la possibilità di restare fermo nel prossimo anno, non è una ipotesi da escludere. La priorità è andare in una società che mi permetta di lottare per vincere. In percentuale direi 60% di probabilità che resto in Italia, 30% che vado all’estero e 10% che rimango un anno fermo”.

SUI CONTATTI AVVENUTI – “No, non ho ancora avuto particolari contatti e a dire la verità è un po’ presto. Se ho incontrato Maldini e la dirigenza del Milan? No. Andrea Agnelli? No. Il presidente del PSG Al-Khelaïfi? No, in passato sì ci sono stati contatti, ma non adesso. Marotta? No, non l’ho incontrato”.

SUI GIOCATORI PIU’ FORTI CHE HA ALLENATO – “Se dovessi indicarli direi senza dubbio Buffon in porta, Chiellini per la difesa, mentre a centrocampo ho avuto l’onore di allenare fenomeni come Pirlo e Kanté“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy