Chiellini: “Con Cristiano la Champions è un obiettivo, a fine carriera vorrei entrare nella dirigenza bianconera”

Chiellini: “Con Cristiano la Champions è un obiettivo, a fine carriera vorrei entrare nella dirigenza bianconera”

Il Capitano della Juventus ha parlato ai microfoni della BBC

di redazionejuvenews
Notizie Juve, le nuove scarpe di Chiellini.

TORINO – Il capitano della Juventus Giorgio Chiellini ha parlato in un’intervista rilasciata alla BBC. Ecco le sue parole.

RONALDO – “Cristiano ha segnato molte, molte, molte volte contro di noi e ha rotto i miei sogni spesso a Cardiff, a Madrid, a Torino. Prima, la Champions League era un sogno, ora è un obiettivo perché Cristiano è il miglior giocatore del mondo e abbiamo bisogno che lui faccia anche l’ultimo passo. La sua personalità può fare la differenza: ha delle abilità fantastiche, in campo e fuori: il suo atteggiamento, come lavora, come si prepara per la partita, come vive ogni giorno della sua vita. Può davvero aiutarci”.

“Ero curioso di vedere il suo atteggiamento lontano dal campo. Il suo lavoro in palestra e la sua concentrazione sono qualcosa che cerco di prendere, mi ha aiutato perché vorrei migliorare ogni giorno me stesso. Il suo arrivo a Torino? Non ci credevo all’inizio, ma dopo alcuni giorni di chiacchiere ho parlato con Andrea Agnelli e sono rimasto sorpreso, e penso anche molti dei nostri tifosi e molti miei compagni lo fossero. Se parliamo del caso Mayorga? No, assolutamente. Nello spogliatoio non si parla di certi argomenti. Lui è concentrato solo sul campo”.

OBIETTIVI – “In Serie A e non solo abbiamo iniziato nei primi tre mesi quasi alla perfezione, ma sappiamo che il periodo più importante è dalla primavera. Penso che siamo una delle quattro o cinque squadre che sono le favorite per la Champions League. Con noi Barcellona, ​​Manchester City, Real Madrid, Bayern Monaco, ma anche il PSG e l’Atletico Madrid possono raggiungere la vittoria e siamo ancora piuttosto lontani dalle partite chiave”.

FUTURO – “Non so quanto a lungo ancora giocherò, ma mi sono preparato alla fine della mia carriera. Vivo giorno per giorno, mi diverto ad allenarmi e giocare. Una volta ritirato mi piacerebbe fare qualcosa in ambito dirigenziale alla Juventus”.

AVVERSARI – “Il giocatore peggiore contro cui ho giocato? Potrei dire Ibrahimovic. Perché Zlatan è un giocatore fantastico che in Italia ha sempre fatto la differenza. Ma adesso c’è Icardi. Lui dentro l’area di rigore è un killer”.

ULTIM’ORA MERCATO – Tutto vero, Paratici ci prova sul serio per un colpo impossibile! >>>VAI ALLA NOTIZIA

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy