Bernardeschi: “Sapevamo di poter ribaltare la sconfitta con l’Atletico. Un onore giocare per la Juve”

Bernardeschi: “Sapevamo di poter ribaltare la sconfitta con l’Atletico. Un onore giocare per la Juve”

Le parole di Federico Bernardeschi

di redazionejuvenews

TORINO- A pochi giorni dalla sfida con l’Ajax, Federico Bernardeschi ha parlato del cammino in Champions della Juventus sul sito ufficiale dell’UEFA. Dal ribaltone contro l’Atletico fino alle possibilità di successo finale, questi i temi affrontati dall’esterno bianconero.

“L’Ajax è una squadra giovane, piena di talento, e giocano un bel calcio. Sono molto forti, quindi dovremo prestare molta attenzione. Quello che sono riusciti a fare a Madrid ha sorpreso tutti, ma in Champions League capitano questi risultati, nessuno ti regala nulla e avremo bisogno di fare due grandi prestazioni per ottenere il passaggio del turno. Sarebbe una grande emozione per tutti se riuscissimo a vincere la competizione, ma è una grande sensazione essere anche solo nei quarti di finale. Poi il futuro nessuno lo conosce. Potremmo arrivare fino in fondo, ma dovremo pensare a una gara alla volta. Atletico? Abbiamo alzato il livello ogni giorno in termini di tensione e consapevolezza, sapevamo di poter ribaltare quel risultato. Ciò che è spiccato è stata la solidarietà che abbiamo dimostrato: tutti, e intendo tutti, hanno dato il massimo delle loro forze. È stata davvero una serata perfetta, semplicemente straordinaria. Sono orgoglioso di averne fatto parte e di aver scritto un piccolo pezzo di storia della Juventus in quella sera, ma possiamo scrivere ancora molte pagine. È veramente qualcosa di meraviglioso ed eccitante indossare questa maglia. C’è certamente pressione, ma è positivo, perchè aiuta a tirare fuori il meglio di te. Essere parte di un club così grande, una squadra così grande, che ha avuto tanti grandi giocatori nel corso degli anni, è un privilegio, un onore e qualcosa di cui essere orgogliosi. I miei punti di forza? Ho sempre detto che il mio vero punto di forza è la forza mentale, più delle mie caratteristiche tecniche o fisiche. Mi dà un piccolo vantaggio quando si tratta di raggiungere i miei obiettivi. Ho ancora molti anni di carriera davanti a me e molti altri traguardi da raggiungere. Voglio vincere la Champions League, di sicuro”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy