Allegri: “Domani voglio grande entusiasmo. Bonucci va rispettato”

L’allenatore della Juventus ha parlato dalla sala stampa dell’Allianz Stadium

di redazionejuvenews
Calciomercato Juventus: Allegri vorrebbe almeno 3 nuovi colpi.

TORINO – L’allenatore della Juventus Massimiliano Allegri ha parlato in conferenza stampa per presentare la sfida in programma domani alle 18:00 all’Allianz Stadium contro la Lazio.

ESORDIO – “Domani mi aspetto grande entusiasmo, la Lazio è quella che lo scorso anno ci ha impartito la prima sconfitta e poi ci ha ribattuto. Domani la partita è complicata, a prescindere da chi giocherà. Leonardo è un giocatore della Juve e va valutato per quello che fa in campo. Ha sempre messo dedizione e lavoro e va rispettato.”

RONALDO – “Il calcio è semplice, è un gioco di conoscenza. Più ci si allena insieme più ci si conosce, domani ci saranno quindi miglioramenti tra centrocampisti e attaccanti. Ci vuole un pochino di pazienza. Bisogna essere svegli sulle ribattute.”

LAZIO – “La Lazio è una squadra fisica, che gioca sulle ripartente, bisognerà fare una partita attenta evitando cali.”

ATTACCO – “Sia Mandzukic che Dybala possono giocare con Ronaldo. Queste tre partite fino alla sosta sono difficili, non giochiamo ogni 3 giorni. Domani sarà lunga, giochiamo alle 6 e farà caldo, chi entrerà sarà molto importante. Oggi si gioca in 14 a calcio, i cambi sono importantissimi. Durante la stagione potremmo variare molti moduli, bisogna solo affinare l’intesa tra tutti.”

PANCHINA – “Capiterà che anche Ronaldo dovrà rifiatare e andrà in panchina, come è successo lo scorso anno a Madrid. Ora gioca poi vediamo in base ai momenti che cambiano e si evolvono.”

POSIZIONE – “Se Ronaldo gioca con Mandzukic gioca largo, se gioca con Dybala e Douglas è normale che abbia un po’ di spazi coperti. Dipende dalle caratteristiche dei giocatori con cui gioca, tutti vanno sfruttati per le loro caratteristiche.”

MATUIDI – “Matuidi è un giocatore importante con una buona condizione, devo vedere se giocherà. É arrivato in punta di piedi poi ci siamo tutti resi conto dell’importanza che ha. Abbiamo tanti centrocampisti, se giochiamo a 3 c’è più spazio per tutti.”

ROSA – “Quando arrivi al giorno prima della partita devi fare delle scelte per quella partita, quindi qualcuno rimane fuori. Da quando giocheremo ogni 3 giorni non ci saranno problemi perché ci sarà chi riposerà e chi no, alla fine dell’anno giocheranno tutti allo stesso modo. Se poi perdiamo sbaglio io, se vinciamo sono bravi i ragazzi ed è più facile accettare le scelte, che mi pare siano sempre impopolari.”

CHIEVO – “Oggi decido se gioca o no. La scorsa partita abbiamo sbagliato alcune cose, soprattutto in marcatura. Abbiamo preso due gol per errori nostri, il resto non c’è stata partita. Siccome però era importante vincere siamo stati fortunati, perché caliamo la tensione se fossimo stati in vantaggio per 3-0. Non c’è da scherzare, domani dobbiamo vincere per proiettarci in avanti. La partita di sabato ci deve far rizzare le antenne. Abbiamo già preso due gol, e ogni volta che sabato ci buttavano la palla dalle nostre parti qualcosa non mi tornava. Visto che mi fido delle mie sensazioni, bisogna trovare una quadratura e una solidità, grazie alla quale possiamo attaccare e difendere meglio.”

ALEX SANDRO – “Deve pretendere di più da se stesso e lavorare nelle cose in cui può migliorare.”

RONALDO – “É un ragazzo che si mette sempre in discussione, è molto competitivo, e lo dimostrano i suoi risultati. È un campione che si è costruito con il sudore e il sacrificio, e sprona anche tutti gli altri.”

TATTICA – “In base a quello che vedo in allenamento scelgo quello che mi da più sicurezza, non ho deciso niente.”

CANCELO – “E’ un terzino a tutti gli effetti. Può fare anche la mezz’ala. Lui deve mettersi li e lavorare sulla fase difensiva ma è una cosa semplice da fare. Deve migliorare nella fase difensiva e nei tempi di gioco. Dal niente ti tira fuori cose importanti. Poi dopo per giocare le partite serve la normalità.”

BERNARDESCHI – “Ha talmente tanto entusiasmo e qualità che addirittura in America gli ho fatto fare il centravanti e l’ha fatto bene. Poi può fare anche la mezz’ala o la mezz’ala esterna, a volte l’ho provato sulla trequarti. Conto molto su di lui, è cresciuto molto e ha una voglia di affermarsi e continuare a migliorare che sicuramente lo porterà a fare una grande carriera.”

RONALDO – “”Ha portato entusiasmo ovunque, basta vedere i tifosi fuori dalla Continassa. La normalizzazione deve riguardare noi come ambiente. Le partite vanno vinte e sabato ne è una prova. Dopo 10′ potevamo essere sopra 3 a 0. Invece nel secondo tempo eravamo sotto per 2 a 1. Quest’anno serviranno tanti punti, quest’anno ci sarà anche il Milan con sei squadre a lottare per 4 posti. Secondo me quest’anno lo scudetto si vince con 88-90 punti.”
MILAN – “Ci sono stati dei cambiamenti. Sono tornati Leonardo e Maldini, hanno dato un aspetto diverso al Milan senza nulla togliere a chi c’era prima. Maldini e Leo sanno cosa sia il Milan. Hanno preso Higuain e Caldara che è un giovane bravo. Sicuramente il Milan con Higuain ce lo troveremo li a lottare.”
ALLEGRI 5.0 – “Io conosco solo una parola: fare. C’è solo da fare e non chiacchierare. Domani bisogna avere rispetto della Lazio e pensare di vincere, pensando a quello che c’è da fare con intensità e passione. E soprattutto, la cosa più importante,  il rispetto dell’avversario. Io sono contento che col Chievo si sia vinto al 93′, mi andava bene pure il pari per capire che in Italia bisogna pedalare per vincere. Io dopo l’1-0 ho pensato “Ecco, se finisce 3-0 passiamo una settimana di fuochi d’artificio, dominio eccetera” e in questo momento queste cose non servono.”
RIGORISTI – “I due rigoristi sono Ronaldo e Dybala. Il rigorista è il minimo, il problema è quando ci sono le punizioni che le vogliono tirare in 6 o 7.”

ROVESCIATA – “Ho pensato solo che bisognava fare un’impresa a Madrid e che l’ammonizione di Ramos ci avrebbe dato grandi possibilità di poter passare. Poi lì credo che si sia consacrato il rapporto tra Ronaldo e lo stadio e i tifosi della Juve. Perché quello che ha fatto con quel meraviglioso gol, senza scordare il primo, si è instaurato un rapporto di grande affetto e grande stima tra i tifosi della Juve e Ronaldo e credo abbia scelto la Juve anche per questo.”

RIVIVI IL LIVE – Calciomercato Juventus: Addio Marchisio, preso Israel, Clemenza e Vogliacco al Padova

Juvenews.eu

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy