JuveNews.eu
I migliori video scelti dal nostro canale

news

Zanetti: “Contro la Juve non puoi stare a guardare altrimenti Dybala…”

Paulo Dybala

Intervenuto in conferenza stampa, l'allenatore del Venezia Zanetti ha presentato la partita contro la Juve

redazionejuvenews

Alla vigilia del match contro la Juventus, l'allenatore del Venezia Zanetti ha presentato la partita in conferenza stampa: "Se faremo una partita dove resteremo a guardare la Juventus prima o poi un Dybala sotto l'incrocio te la mette. Quindi dovremo fare una gara ordinata, ma aggressiva, con un grande ritmo e sfruttando le poche occasioni che avremo, creandocele con un minimo di strategia e con grande voglia di non prendere gol. Mi aspetto dunque una grande reazione caratteriale dopo un altro brutto cazzotto, dovremo essere bravi incassatori rialzandoci con orgoglio".

Allegri in conferenza ha parlato dell'importanza del campo. A proposito il tecnico arancioneroverde ha aggiunto: "Penso che Allegri sia una persona molto genuina per quello che traspare. Credo che abbia rispettato il Venezia in conferenza, per quello che ha visto sul campo. La Juventus non ci sottovaluta e questo deve farci capire tante cose. Poi sul fatto del campo non saprei: di sicuro è un qualcosa di speciale giocare qua, in questa città, nel suo modo di vivere. Noi dovremo quindi essere speciali a nostra volta, dovremo rispettare i valori della Juventus, che sono impressionanti. Domani dovremo cercare di essere all'altezza della sfida che ci siamo guadagnati sul campo l'anno scorso. Il nostro percorso parte dal basso, sognavamo queste partite e ora non ci deve bastare sognarle, ma dovremo anche essere competitivi per affrontarle".

Chiosa finale sull'infortunio di Okereke: "Quella di Okereke è una perdita grossa, saremo senza tre titolari e per una squadra come la nostra pesa. Però questo non dev'essere un alibi ma uno stimolo e un'opportunità per chi gioca al posto loro, che giocherà una gara contro la Juventus in Serie A sotto gli occhi di tutto il mondo. Anche chi entrerà dovrà dimostrare il suo valore: le gare non durano 60 o 70 minuti, è un altro punto in cui dobbiamo migliorare, spesso abbiamo fatto le gare fino a un certo punto. Invece le gare in A sono aperte fino all'ultimo, perché davanti hai giocatori come Simeone che in 5 minuti ribalta tutto. Anche contro la Juve avremo davanti giocatori fortissimi, non devi concedere nulla fino al 95esimo e anche se sei in vantaggio".