Tongya: “Fagioli e Miretti sono miei amici stretti, li sento ancora oggi”

Franco Tongya, ex calciatore della Juventus, ha detto la sua sull'esperienza con i bianconeri, parlando anche di Fagioli e Miretti.

Franco Tongya, ex calciatore della Juventus, ha rilasciato delle dichiarazioni a gianlucadimarzio.com. Ecco le sue parole: “Alla Juventus ci hanno sempre insegnato ad essere educati e andare bene a scuola. Dovevamo sempre dire ‘buongiorno’ a tutte le persone, per loro è la prima cosa. Ho passato 11 anni lì, a livello calcistico mi hanno cresciuto loro. Sono miei amici stretti. Ho iniziato a giocare con ‘Fagio’ da quando avevo 10 anni, siamo cresciuti insieme. Anche con ‘Chico’ Miretti ho un bellissimo rapporto. Li sento ancora oggi.

C’erano Ronaldo, Chiellini, Buffon, Dybala. Era una Juve devastante. Prima esperienza bellissima, loro trattano benissimo i giovani. Al tempo c’era Sarri, era fine stagione. Cristiano è impressionante, ma Dybala mi ha stupito più di tutti. È una roba senza senso, fortissimo. Con lui non potevi mai sbagliare in partitella, faceva gol sempre.

Raiola? Mino era diventato il mio agente 3 anni fa. Mi sono trovato subito bene con lui, parlavamo chiaramente senza nascondere nulla. Mi ha aiutato tanto a migliorarmi. È stato importante per la mia crescita. È andato via e fa male. Marsiglia? I primi mesi ho dovuto ambientarmi, ma è stata una scelta voluta da me, il mio agente e i miei genitori. Era qualcosa che volevo. L’impatto è stato difficile, mi aspettavo di giocare subito. Mi aveva voluto Villas Boas ma poi è andato via. È stato un po’ complicato a Marsiglia”.