JuveNews.eu
I migliori video scelti dal nostro canale

news

Coronavirus: le nuove regole da rispettare negli stadi

Allianz Stadium Juventus

Il nuovo decreto del Governo

redazionejuvenews

Nel nuovo decreto che ha approvato il Governo nella giornata di ieri, sono stati decisi alcuni provvedimenti anche per gli stadi ed eventi sportivi di ogni genere. Per ora la capienza negli impianti rimarrà al 75% in zona bianca, ma sarà obbligatorio l'utilizzo della mascherina FFP2 sugli spalti ed inoltre sarà vietata la vendita di cibo e bevande all'interno dello stadio. Il Green Pass, dal 1 febbraio 2022, durerà 6 mesi e periodo minimo per la somministrazione della terza dose passerà 5 a 4 mesi. Di seguito riportiamo le parole della sottosegretaria allo Sport, Valentina Vezzali in merito all'ultimo decreto: "Sono soddisfatta della proposta, da me caldeggiata, discussa dalla cabina di regia di stamattina di adottare l'obbligo di indossare la mascherina FFP2 per assistere agli eventi sportivi.

In attesa delle decisioni del Consiglio dei Ministri mi rivolgo alle società sportive e agli organizzatori degli eventi affinché vengano intensificati i controlli per contrastare il propagarsi del contagio e scongiurare eventuali e conseguenti misure di restrizione". Ha parlato del nuovo decreto anche il ministro della Salute, Roberto Speranza: "Sarà obbligatoria la FFP2 per alcuni ambiti. Trasporto a lunga percorrenza, locale, cinema, teatri, museo, eventi sportivi al chiuso e anche gli stadi.

In questi posti, al chiuso, non potranno essere consumate cibi e bevande. Servirà il green pass rafforzato, quindi esclude l'accesso a determinati luoghi con il tampone: o vaccinazione o guarigione. Noi estendiamo i luoghi a cui si applicano questo tipo di green pass. Siamo in una fase non semplice, basta guardare i numeri di queste ore non solo da noi ma anche nel resto d’Europa, noi mettiamo in campo misure che pensiamo possano creare condizioni di maggiore protezione per i nostri concittadini e il sistema sanitario. Il vaccino è e resta l'arma fondamentale. Consente anche a chi incrocia il virus di avere meno possibilità di andare in ospedale e avere un esito fatale".